E' morto Pietro Mennea

Il grande atleta pugliese è morto in una clinica di Roma all'età di 60 anni. Fu medaglia d'oro alle Olimpiadi di Mosca del 1980 e detentore del record dei 200 metri

Il barlettano Pietro Mennea, velocista della nazionale di atletica italiana e detentore per 17 lunghi anni del record del mondo sui 200 metri piani è morto oggi in una clinica di Roma. Era nato il 28 giugno 1952 e aveva iniziato la sua carriera nei campionati Europei del 1971. Il momento storico della sua carriera arriva a Città del Messico nel 1979, nel corso di un campionato minore, le Universiadi. Mennea era infatti all'epoca studente universitario a Bari. Nel corso della finale dei 200 metri, Mennea blocca il cronometro a 19″72. Un record pazzesco, che reggerà per lunghi 17 anni, fino all'arrivo nel panorama dell'atreltica dell'alieno Michael Johnson. Mennea fu anche campione di cultura e qualità umana. Basti pensare che ha conseguito lauree in scienze politiche, giurisprudenza e scienze dell'educazione motoria.

Leave a Comment