Longo: ‘Vendola riparta dalla sanità’

Bari. Le emergenze in Puglia, secondo il consigliere Udc

BARI – Rilanciare l’azione amministrativa, partendo alla sanità. E’ il suggerimento di Peppino Longo, consigliere regionale Udc, al governatore della Regione Puglia Nichi Vendola. Secondo Longo è la sanità il settore nel quale è necessaria una maggiore concentrazione di sforzi da parte di Via Capruzzi. “Il rilancio dell'azione amministrativa del governo regionale – ha dichiarato Longo – non può prescindere da un settore importante come la sanità. Non passa giorno che non si registrino proteste, disagi, segnalazioni o casi di mala sanità. Ma c'è anche una buona sanità che, però, rischia di essere penalizzata da un piano di riordino che non risponde a logiche ben precise”. Longo è del parere che Vendola, “adesso che ha deciso di dedicarsi anima e cuore alla Puglia”, debba rimettere mano al piano sanitario, effettuando “un monitoraggio di quello che davvero funziona e di ciò che, al contrario, sarebbe da ‘rottamare’”. “I tagli – ha aggiunto – vanno effettuati ai rami secchi e non a servizi e strutture che funzionano”. La priorità assoluta è, secondo Longo, la trasformazione in “Case della salute” di quei nosocomi che hanno già subito tagli e che, invece, sono fermi ancora al palo. “Poi va potenziata di pari passo la sanità territoriale che ‘regala’ grandi grattacapi. Per non parlare della sanità di emergenza che viene portata avanti da un personale altamente qualificato ma che è allo stremo delle forze per la carenza di mezzi e risorse umane. Rilanciare la sanità significherebbe dare alla Puglia una marcia in più”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!