Emozioni d'inverno per la vela idruntina

Otranto. Più vela per tutti, regata invernale giunta alla quarta edizione

Vera regata invernale quella di domenica, con il cielo che minacciava una neve che non scenderà mai e il vento che tirava da Nord. Tirava non è l’espressione migliore poiché il vento nell’ottava giornata del Campionato invernale è stato poco e capriccioso, soprattutto durante i lunghissimi minuti che precedevano il suono della tromba sulla linea della partenza. Piuttosto, una bonaccia che ad intervalli imprevisti diventava leggera brezza di massimo 10 nodi. Ottime premesse perché la regata regalasse sorprese per quel che riguarda la classifica della giornata. Gianni Nistri, giudice di gara, ha ancora una volta mostrato sangue freddo e precisione, accogliendo la prima brezza giunta a sorpresa come momento utile per dare il segnale di inizio regata, malgrado alcune barche fossero ancora distanti dalla linea di partenza. Tra questi, “Il Gabbiere” che aveva sul groppone la sconfitta della precedente regata e che si è trovato a partire quasi ultimo. Sarà la tigna di voler ridare lustro al proprio titolo di primo in classifica, sarà la fortuna che non deve mai mancare, sta di fatto che la rimonta è stata lenta e inesorabile. Una rimonta non facile: ad ogni cambio di bordo era una vera agonia, la barca sembrava non voler ripartire e gli altri due j24, tutti con lo stesso patimento da assenza di vento, facevano sentire il fiato sul collo. Sempre più bravi infatti l’equipaggio dei berretti gialli di “Canarino Feroce”, che sta dimostrando sempre più quanto l’allenamento e la costanza siano la vera arma vincente, e l’equipaggio di “Teen Ager”. Ma già al primo giro di boa, l’unico poiché per via della mancanza di vento il solito tragitto di 10miglia è stato dimezzato, “Il Gabbiere” era a pochi metri dal fortissimo “Kemit”, l’X-Yacht412 capitanato da Guido Montefusco e che ha tagliato per primo il traguardo seguito a pochi minuti dal j24. Ma ecco la sorpresa dovuta alla combinazione della bizzarria del vento e della certezza del Rating Salentino: per la prima volta sul podio come terzo classificato è arrivata “Poderosa”, l’AlpaDodi di poco più di sei metri timonata da Federico Presicce, felicissimo e incredulo del risultato. Mancano solo due regate alla fine del campionato di “Più Vela per Tutti” e le sorprese per il secondo e terzo posto sono le uniche certezze. Prossimo appuntamento: domenica 24 febbraio Classifica in compensato del 10 febbraio, VIII giornata: 1_ “Il Gabbiere”, j24 (B), j24 2_”Canarino Feroce” (B), j24 3_”Poderosa” (C), AlpaDodi 6.70 Punteggio Classifica Generale: 1_”Il Gabbiere” (B), J24_10 punti 2_”Red Fox” (A), Bavaria39_39 punti 3_”Canarino Feroce” (B), j24_48 punti 4_”TeenAger” (B), j24_49 punti” 5_ “Aquaria” (A), Dufour38_54punti 6_”Filu Te Ientu” (B), Show34_58 punti 7_”Phoenicussa” (C), Passatore71_63 punti

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment