Torre Veneri. Congedo interroga Vendola

 

Lecce. Il consigliere regionale chiede se esistano i disciplinari d’uso e di tutela ambientale e se la Regione abbia mai effettuato i necessari controlli

LECCE – Il dibattito attorno al poligono di tiro di Torre Veneri si sposta su un piano politico. E dopo l’assessore del Comune di Lecce Andrea Guido, che ha attribuito alla Regione Puglia negligenza e disinteresse verso la tutela ambientale dell’area, ora interviene il consigliere regionale Saverio Congedo (Pdl). Congedo ha presentato un’interrogazione al presidente della Giunta regionale Nichi Vendola in merito ai controlli della Regione sul poligono. Nell’interrogazione, Congedo chiede se sia stato mai redatto e quali contenuti abbia il Disciplinare per la Tutela Ambientale della struttura, documento alla cui redazione dovrebbe partecipare il comitato misto paritetico a cui prendono parte anche delegati dal presidente della Giunta regionale. Il documento, assieme al Disciplinare d’Uso, è previsto (legge n. 104/1990) a tutela degli interessi delle popolazioni nel cui territorio ricadono zone addestrative terrestri, marittime ed aeree, quali appunto il poligono di tiro. La questione dei disciplinari era stata sollevata già da Guido, il quale ha riferito di aver richiesto più di un mese fa alla Scuola di Cavalleria di prendere visione dei documenti ma di essere ancora in attesa. “Sarebbe utile sapere – dice Congedo – se i disciplinari esistono e, in ogni caso, se e quali provvedimenti e controlli la Regione Puglia ha posto in essere a tutela della salva-guardia ambientale e della salute dei cittadini. Non dimentichiamo che si tratta di un’area di alto valore naturalistico e paesaggistico, posta sul mare, incastonata in un sito di interesse comunitario e confinante sia con il Parco di Rauccio che con la riserva naturale delle Cesine. Anche perché, da un punto di vista strettamente politico, sarebbe interessante verificare la cura e la dedizione effettiva della salute dei cittadini e dell’ambiente da parte di una Regione che si dice particolarmente attenta e sensibile a questi temi”. Articoli correlati: Torre Veneri. Guido accusa la Regione Uranio impoverito, le armi israeliane Il poligono dei veleni Costa: ‘Al Poligono, traffico clandestino di metalli pericolosi’ Poligono di Torre Veneri: gli ultimi avvenimenti

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!