Confartigianato, due nuove categorie contro l’abusivismo

Lecce. Nascono “Acconciatori” ed “Estetiste”. Così l’associazione difende le imprese

LECCE – Nascono due nuove categorie nel sistema Confartigianato Imprese Lecce. Si tratta di “Acconciatori” ed “Estetiste”. Entrambe si propongono di “promuovere e sviluppare la coscienza organizzativa degli associati, per la difesa dei rispettivi interessi professionali; sollecitare e risolvere i problemi che colpiscono le imprese che operano in questi settori; promuovere le attività delle rispettive categorie, in tutte le sue forme, fornendo anche attività di studio e formazione; organizzare qualsiasi iniziativa che consenta lo sviluppo delle rispettive categorie”. L’obiettivo alla base della creazione delle due nuove categorie è arginare l’abusivismo in due settori molti esposti a questo rischio. Confartigianato cerca di porvi rimedio, confrontandosi con gli enti pubblici e privati e sostenendo le imprese nel loro percorso di crescita culturale, professionale ed economica. Il consiglio direttivo degli “Acconciatori” è composto dal presidente Luigi Marsini, dal vicepresidente Raffaele Stasi, dai consiglieri Silvia Ruggeri, Maria Sergi, Antonio Vizzino, Antonio Esposito e Giovanni Stefano. La categoria delle “Estetiste” è rappresentata dalla presidente Annunziata Iurlaro, dalla vicepresidente Antonella Tundo, dalle consigliere Irene Sicuro e Nadia Tozzoli.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment