Fugge dalla comunità e ne danneggia un’altra. Arrestato

Tricase. L’uomo è ritornato in una struttura presso la quale era stato ospitato, rompendo i vetri delle finestre e pretendendo di entrare con la forza

TRICASE – Risponde di evasione e danneggiamento Vincenzo D’Ambrosio, il 27enne arrestato ieri dai carabinieri di Specchia. Intorno alle 17:00 di ieri la centrale operativa della Compagnia di carabinieri di Tricase ha ricevuto una richiesta d’intervento da parte della responsabile di una struttura di accoglienza tricasina la quale riferiva che un uomo, già ospite del centro, aveva danneggiato alcune finestre nel tentativo di entrarvi con la forza. Motivo: pretendeva dei chiarimenti dai dipendenti del centro. Terrorizzati, i lavoratori si sono barricati all’interno dell’edificio ed hanno chiamato i carabinieri. Quando i militari sono arrivati sul posto, l’uomo era già scappato. Ma la fuga non è durata a lungo, perché dopo circa mezz’ora una pattuglia della Stazione di Specchia l’ha individuato all’interno della stazione ferroviaria di Tricase. Il 27enne non aveva documenti con sé ma è stato riconosciuto subito: era proprio Vincenzo D’Ambrosio e si sarebbe dovuto trovare all’interno di una struttura di accoglienza del brindisino dalla quale, su ordine del giudice, non avrebbe potuto allontanarsi. D’Ambrosio è stato tratto in arresto e su disposizione della pm Donatina Buffelli, è stato condotto presso il carcere di Borgo San Nicola.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!