Smau, quattro premi alla Puglia

Bari. Tre imprese innovative e la Regione sono state premiate per aver saputo sfruttare al meglio le nuove tecnologie

BARI – Quattro premi nella prima giornata. Si è aperta nel migliore dei modi, per la Puglia, la quinta edizione di Smau Business Bari. Tre aziende si sono aggiudicate il Premio Lamarck, che prende il nome dal naturalista Jan Baptiste Lamarck ed è rivolto alle giovani imprese innovative. L’hanno vinto Cupersafety di Conversano (Ba), QuestionCube e Tag the Fire, entrambe di Bari; mentre il Premio Smart City Roadshow, dedicato alle realtà del Mezzogiorno che hanno saputo utilizzare meglio le opportunità offerte dalle nuove tecnologie, è stato conquistato dalla Regione Puglia per il progetto Sist realizzato dalla società in house InnovaPuglia Spa (gli altri due vincitori sono stati il Comune di Napoli e Pubbliservizi della Provincia di Catania). Cupersafety è una start up tecnologica con sede a Conversano (Ba) che sviluppa sistemi domotici wireless in ambito residenziale. L’azienda ha intrapreso un ciclo virtuoso anche grazie all'intervento della Regione Puglia che con il bando “Aiuti agli Investimenti della Ricerca per le PMI” ha finanziato il progetto “Innovativo sistema per la sicurezza residenziale” che ha permesso di realizzare i prodotti premiati. QuestionCube ha creato una piattaforma per l'indicizzazione e la ricerca su documenti testuali mediante linguaggio naturale. In pratica permette di fare una ricerca sul web pronunciando a voce il comando. La piattaforma è la base per una linea di soluzioni fornite mediante API, Web Service e Plug-in da integrare in sistemi, portali ed applicazioni esistenti. Tag the Fire è la App gratuita multilingua e multipiattaforma sviluppata da un ragazzo di Bari che permette di prevenire il fenomeno incendi, salvaguardando il territorio e favorendo la cittadinanza attiva. Mediante un semplice tag sul proprio dispositivo mobile, è possibile localizzare il rogo e segnalarlo automaticamente agli organi preposti al controllo del territorio. Il premio vinto dalla Regione Puglia riguarda, invece il progetto “Sist”. La Regione Puglia, cioè, in collaborazione con la sua società in house Innovapuglia spa, ha creato il Sistema informativo sanitario territoriale (Sist) che consiste nella realizzazione dell’infrastruttura necessaria per l’interconnessione di diversi attori (dai medici di medicina generale ai pediatri, dalle farmacie ai medici della continuità assistenziale, agli specialisti ambulatoriali compresi gli operatori Cup) e nella messa a punto di servizi e strumenti utili a supportare la relazione medico-paziente per potenziare i servizi territoriali e l’assistenza primaria. Prevede inoltre per ogni assistito, dalla nascita, il Fascicolo sanitario elettronico. È uno dei progetti più “smart” della Regione Puglia. “La Regione Puglia ha vinto due volte – ha commentato la vicepresidente e assessore allo Sviluppo economico Loredana Capone -; una volta per aver finanziato, con uno dei tanti bandi destinati alla ricerca nelle Pmi, un progetto che ha permesso ad un’azienda del territorio di crescere e creare prodotti davvero innovativi e la seconda per aver dato vita ad uno dei servizi più ‘smart’ in Italia, in un settore fondamentale per i cittadini come la sanità. L’attenzione per l’innovazione è stata il principio delle politiche di questi anni, politiche che ci hanno permesso di dare vita ai distretti produttivi e tecnologici, alle reti di laboratori, agli spin off e alle imprese innovative. A Smau, nello spazio Smart Puglia Expo, li vediamo per la prima volta agire in relazione alla loro sfera di competenza rappresentata da un cluster nazionale”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!