Uno sguardo attento sul mare

Lecce. Si riuniscono per 4 giorni i massimi esperti mondiali di oceanografia operativa in un incontro ospitato dal CMCC di Lecce, dove è nato Ocean-Lab

Scienza e innovazione per conoscere il mare. Le previsioni delle condizioni dei mari sono un ambito di ricerca sempre più rilevante per la sicurezza dell’ambiente e delle persone, la navigazione, la pesca, il commercio e altre attività importanti dei nostri sistemi socio-economici. Quanto più siamo in grado di conoscere e prevedere le condizioni dei mari, tanto più riusciamo a pianificare e svolgere al meglio – e in maniera sostenibile e sicura – attività di grande rilevanza per i nostri sistemi socio-economici come la navigazione, la pesca, il commercio marittimo, l’ottimizzazione delle rotte di navigazione, le operazioni di salvataggio in condizioni di pericolo, la prevenzione di possibili danni provocati dall’inquinamento e una migliore conservazione degli ecosistemi marini. Tutto questo richiede competenze scientifiche molto avanzate e strumenti tecnologici altamente innovativi, che consentano di migliorare le informazioni a nostra disposizione sulle diverse condizioni dell’ambiente a mare, come ad esempio la variabilità delle correnti, della temperatura e del livello del mare. L’oceanografia operativa è una disciplina che mette insieme la ricerca scientifica con componenti tecnologiche e ingegneristiche per sviluppare sistemi integrati di osservazioni e modelli per produrre previsioni e prodotti sullo stato del mare. La complessità e la dimensione internazionale di simili argomenti richiedono che la ricerca sappia andare oltre i confini delle comunità nazionali per creare situazioni di confronto e coordinamento tra gruppi multidisciplinari di esperti provenienti da realtà internazionali, integrando così esperienze e competenze diverse. Il Global Ocean Data Assimilation Experiment (GODAE) è nato nel 1997 per realizzare un’efficiente infrastruttura per l’oceanografia operativa su scala globale e per sviluppare attività oceanografiche che siano di beneficio per la società. Dagli sviluppi dell’esperienza di GODAE è nato il Coastal Ocean and Shelf Seas Task Team (COSS-TT), che si riunisce a partire da oggi a Lecce, presso il Castello Carlo V (4-7 febbraio 2013) per il Secondo GODAE OceanView Coastal Oceans and Shelf Seas Task Team (COSS-TT) International Coordination Workshop in cui esperti internazionali discuteranno delle sfide e delle soluzioni per creare una solida base scientifica per le attività multidisciplinari di previsione e analisi di oceanografia costiera mondiale. L’incontro è ospitato dal Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC) che è parte attiva della rete internazionale di ricerca oceanografica e a Lecce ha recentemente realizzato Ocean-Lab – Laboratorio di Oceanografia Operativa per le previsioni costiere e sugli impatti dei cambiamenti climatici che, guidato dalla Professoressa Nadia Pinardi e dal Dott. Giovanni Coppini, ospita un team di scienziati che utilizzano tecnologie all’avanguardia applicate allo studio dei mari costieri e allo sviluppo di strumenti utili a supportare le attività che si svolgono a mare.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!