Aneurisma a 34 anni. Calciatore muore in campo

Soleto. Si è accasciato al suolo per due volte. Poi non ce l’ha fatta. Soleto sconcertata per la morte di Alessio Miceli

SOLETO – Alessio Miceli si è accasciato al suolo, su quel prato verde di erbetta che tanto amava. Poi ha provato a rialzarsi cercando di continuare a giocare, per tornare nuovamente giù. Si è spento, probabilmente per un aneurisma, a 34 anni. Maresciallo dell’aeronautica militare all’aeroporto di Galatina, Miceli giocava nella squadra di calcio del Soleto, che eri stava disputando la 17esima giornata di campionato di seconda categoria. La tragedia è avvenuta durante la partita. Davanti agli occhi allibiti e terrorizzati dei presenti. Sul posto sono accorsi i carabinieri di Maglie ed i sanitari del 118 chiamati dai compagni di squadra del maresciallo calciatore. Le cui condizioni di salute sono apparse subito molto gravi. E infatti a a sono serviti i tentativi di rianimarlo, durante il trasporto presso l’ospedale di Galatina. Il corpo, così come disposto dalla pm Paola Guglielmi, è stato restituito alla famiglia.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati