Vertenza Rossi Spa. Nessuna mobilità per i dipendenti

Surbo. Ieri l’accordo in Regione. I 138 dipendenti dell’azienda metalmeccanica manterranno il proprio posto

SURBO – Mobilità scongiurata per i 138 dipendenti della Rossi spa, azienda metalmeccanica di Modena, con stabilimenti a Surbo. Il mantenimento dei livelli occupazionali è infatti uno dei principali impegni dell’accordo sottoscritto ieri dalla task force regionale per l’occupazione, dai rappresentanti della società, dalle Rsu aziendali e dai sindacati. Tra gli altri punti dell’intesa, il mantenimento delle sedi a Surbo e il completamento degli investimenti previsti, nonostante la crisi. I 138 dipendenti attualmente in cassa integrazione ordinaria per due giorni la settimana non andranno in mobilità, ma resteranno a lavorare a Surbo, mentre l’azienda completerà gli investimenti che si era impegnata a realizzare. Così trovano concreta applicazione gli accordi presi il 12 dicembre scorso nel precedente incontro con la task force regionale, durante il quale il ricorso agli ammortizzatori sociali fu ritenuto necessario proprio per evitare la riduzione del personale. La vicepresidente ed assessora allo Sviluppo economico della Regione Puglia Loredana Capone ha assicurato la massima attenzione nei confronti di questa vertenza ed il continuo monitoraggio affinché venga rispettata l’intesa sottoscritta.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment