Boxe: Carafa e Carata in finale

Lecce. Due salentini per la prima volta alle Finali Nazionali dei Campionati Assoluti di boxe a Roma. Un successo della BeBoxe di Copertino e Helios Boxe di Lecce

Ci saranno anche due pugili leccesi alle prossime Finali inserite nella 90esima edizione dei Campionati Italiani Elite, in programma a Roma, presso la caserma “S. Gelsomini” dall'11 al 16 dicembre prossimi. L'attesa kermesse, indetta dalla Federazione Pugilistica Italiana – sotto l'egida del Coni – e organizzata dal Gruppo Sportivo Fiamme Oro. Il torneo, avrà il patrocinio del Ministero degli Interni, Roma Capitale, Regione Lazio, Provincia di Roma. A qualificarsi, per la massima competizione dilettantistica italiana, saranno il 18enne Giuseppe Carafa portacolori della BeBoxe di Copertino e il 24enne Guglielmo Carata in forza alla Helios Boxe di Lecce. I due pugili si sono qualificati alle finali di Roma,dopo aver affrontato rispettivamente un trittico di incontri. Dal 23 al 25 novembre scorsi, a Brindisi (organizzazione dell’evento affidata alla Pugilistica Rodio) si sono svolti gli incontri valevoli per la fase interregionale (Puglia, Basilicata e Calabria), al termine dei quali, la provincia di Lecce, ha potuto consegnare due prestigiosi biglietti valevoli per la trasferta di Roma. L’ugentino Carafa (categoria Youth 60 kg), ha superato – in ordine cronologico – Giuseppe Senise (Calabria), Nicola Valerio della Pugilistica “A. Taralli” di Foggia e Luigi Merico della Pugilistica Merico di Pulsano. «È stata una scommessa vinta – afferma il tecnico della BeBoxe Francesco Stifani – Come ben noto, Carafa ha bruciato praticamente le tappe: i Campionati Assoluti sono riservati alla Categoria Elite, mentre il mio atleta, ancora per qualche settimana, è uno Youth; nonostante la sua giovane età, Carafa, vanta ben 65 match (impreziositi da 48 vittorie), quindi stiamo parlando di un pugile estremamente esperto e preparato. Per poter prendere parte a questa kermesse, abbiamo chiamato in causa la commissione tecnica, la quale ha dapprima valutato la nostra richiesta, per poi lasciare il benestare, affinché il ragazzo potesse affrontare in anticipo questa esperienza. Carafa, è riuscito in modo intelligente, ha superare tutti i match in programma, dimostrando di poter dire la sua anche in occasione delle Finali di Roma. Certamente sarà difficile puntare al massimo traguardo ma non escludo una nostra presenza in zona medaglie». A Lecce, invece, si festeggia per l’approdo del 24enne Guglielmo Carata categoria Elite IIª Serie 69 kg. Per la Helios Boxe di Lecce, diretta dai tecnici Alessandro Centonze ed Andrea Presicce, si tratta della prima partecipazione alle fasi finali dei Campionati Assoluti. Carata, ha superato – sul ring allestito all’interno del PalaMelfi a Brindisi – Francesco Selvaggi, Vitantonio Russo (entrambi della Polisportiva Vivere Solidale con lo Sport di Taranto) e Marvin Patruno (Boxe Sgaramella di Canosa di Puglia). «Siamo molto soddisfatti per Carata (17 vittorie in 10 match affrontati) ma anche per la nostra società – spiega il tecnico della Helios Boxe, Andrea Presicce – Il risultato di Carata, difatti, premia certamente il ragazzo ma regala grandi emozioni anche all’interno della nostra palestra, considerato che per la prima volta saremo protagonisti ad una finale dei Campionati Assoluti. Carata, ha dimostrato sul ring di essere maturato molto dal punto di vista tecnico; siamo felici anche perché stiamo parlando di un ragazzo eccezionale sotto tutti i punti di vista: è una persona umile, rispettosa dell’avversario e un atleta serio e preparato; inoltre, Carata riesce brillantemente ad essere vincente anche al di fuori dal ring, visto che dopo la laurea in Biologia, continua ad “affrontare” gli esami, propedeutici per il conseguimento della specialistica. Adesso però concentriamoci per i prossimi impegni in programma a Roma, anche se per noi, comunque vada è già un successo».

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!