Edilizia, sbloccati 664 milioni di fondi Cipe

Bari. Il segretario di Filca Puglia chiede l’immediata cantierizzazione dei lavori per ridare slancio al settore

BARI – “Dopo le tante sollecitazioni e mobilitazioni effettuate dei sindacati delle costruzioni, ieri sono stati sbloccati 1.334,90 milioni di fondi Cipe. Di questi, 663,99 milioni, interessano opere edili”. Il segretario generale della Filca Cisl di Puglia Crescenzio Gallo commenta in maniera molto positiva la notizia dello sblocco dei fondi, che potrebbe dare una boccata d’ossigeno al settore dell’edilizia pugliese gravemente colpito dai venti della crisi. Adesso, dice Gallo, è necessario passare al secondo passo: la cantierizzazione immediata dei finanziamenti. Filca Puglia ha infatti chiesto al presidente della Regione Nichi Vendola un incontro urgente per procedere “in tempi stretti ad appaltare, le opere deliberate dal Cipe, per ridare linfa vitale ad un settore che negli ultimi cinque anni ha perso oltre 25.000 addetti”. “Una sterzata straordinaria – osserva Gallo – per il settore delle costruzioni, affinché recuperi i lavoratori sia senza occupazione sia quelli a nero”. Per questo, secondo la Filca, è necessario dare attuazione ai numerosi investimenti pubblici destinati ad opere già cantierabili e non ancora attivi a causa di ritardi burocratici e tecnici. “La grande sfida – conclude il segretario Filca – è quella di avviare i cantieri entro il primo semestre 2013 grazie ad un ‘tavolo permanente monotematico’ da attivare per ogni singola opera”. // Le opere deliberate dal Cipe Aree di insediamento produttivo (31 milioni); Adeguamento sismico e rifunzionalizzazione del plesso “maternità” (10 milioni); Costruzione del nuovo ospedale a Taranto “San Cataldo” (207 milioni); Costruzione del nuovo ospedale “Valle d'Itria” (80 milioni); Realizzazione del centro ustionati a Brindisi (6 milioni); Strutture e Servizi sociosanitari riabilitativi (35 milioni); Strutture e Servizi socioeducativi per minori e la prima infanzia (15 milioni); Completamento e Realizzazione dei Programmi integrati di Riqualificazione delle Periferie (PIRP) Attivazione di Programmi di Rigenerazione Urbana (150 milioni); Azioni Pilota Programmate in fase di elaborazione del piano paesaggistico territoriale regionale (50 milioni); Interventi di edilizia residenziale e sociale comune di Taranto (20 milioni); Recupero fossati del Castello con valorizzazione Grotta dei Cervi (3,5 milioni); Masseria Fortificata Celsoizzo (3 milioni); Completamento del Seminario Vescovile da destinare ad Ostello I stralcio (1,9 milioni); Interramento via D'annunzio Bari (5,44 milioni); Nuovo Sovrappasso collegamento interno Aeroporto Bari (4,55 milioni); Recupero e riqualificazione del patrimonio infrastrutturale degli istituti scolastici pugliesi (41,3 milioni).

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment