'Torte artistiche': le campionesse son pugliesi

Bologna. Si chiama 'The cake show' il concorso più dolce dell’anno. Nella live competition vincono 'Le dieci gatte sulla torta che scotta'

Il mondo dello zucchero ha sancito i suoi verdetti per tutti i golosi e gli appassionati del genere. Nel quartiere fieristico di Bologna gli scorsi giorni 16-17-18 novembre 2012 si sono confrontati 24 espositori, tutte le riviste specializzate nel Cake Design, le migliori aziende di pasticceria e più di 100 torte a concorso. Nella competizione live hanno trionfato “Le dieci gatte sulla torta che scotta”, fantastiche signore pugliesi che hanno conquistato il primo posto nella “competition” dal vivo che si è tenuta durante la fiera. Il gruppo è composto da Marcella Cipolla, Maria De Finis, Michela Serena Abati, Daniela Castriotta, Raffaella Marchiafava, Tiziana Profeta. La manifestazione è legata all'iniziativa del Maison Madeleine. Nato come Concept Store bolognese dedicato al meraviglioso e creativo mondo dell’arte culinaria, in breve tempo si è imposto anche come punto di riferimento nazionale per la divulgazione e l’apprendimento della Sugar Art e del Cake Design. Come suggerisce la sua intestazione, la Madeleine di proustiana memoria, la mission della Maison è quella di sollecitare un viaggio nella memoria dei sapori, dei colori e dei profumi di clienti ed estimatori. Le 6 vincitrici del concorso sono ora attese nel Salento per mostrare tutta la loro maestria nella realizzazione di bellissime (e buonissime) torte. Ecco la torta con la quel le “Gatte” si sono aggiudicate la gara.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment