Tentata estorsione ad Acquarica. Gabellone: ‘Non lasciamoli soli’

Lecce. Il presidente della Provincia plaude agli amministratori del Comune del Capo di Leuca, che hanno denunciato le pressioni subite attorno all’appalto

LECCE – “Da Acquarica del Capo è arrivato un segnale forte: le istituzioni ci sono, non mollano, camminano con la schiena dritta, anche in tempi di antipolitica e di vento contrario a chi è in prima linea nelle amministrazioni pubbliche; nel segno della legalità, contro ogni gesto, pressione o condizionamento criminale”. È il commento del presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone alla notizia delle intimidazioni e minacce ricevute dagli amministratori comunali di Acquarica del Capo – il sindaco Francesco Ferraro e due assessori – da parte di esponenti della criminalità organizzata che premevano sulla Giunta per ottenere senza gara e in forma illecita un appalto da 2 milioni di euro. “Ora che il faro è stato acceso – prosegue Gabellone – lo spirito di legalità e coscienza civica che ha accompagnato questi amministratori sia ripreso e valorizzato da tutti, anche dalle istituzioni demandate al controllo del territorio, dalla Prefettura e dalla Procura di Lecce, in maniera che tali episodi possano non solo restare isolati ma anche che gli stessi amministratori di Acquarica del Capo non subiscano ulteriori pressioni, minacce o intimidazioni a seguito del loro nobile gesto. Tutti insieme, ora, non abbassiamo la guardia”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment