M5S contro l'abbattimento dei pini

Nociglia. Per far spazio alla pista ciclabile, si prevede il taglio di 22 grandi pini italici, parte del paesaggio della cittadina salentina

Il prossimo 27 novembre, ben 22 pini rischiano d’essere abbattuti nei lavori per una pista ciclabile intercomunale a finanziamento regionale, a seguito dell'ordinanza n. 51 del 21/11/2013, pubblicata sul sito internet ufficiale del Comune di Nociglia. Il Movimento 5 Stelle si appella al buon senso, chiedendo espressamente di ritirare l’ordinanza per la rimozione dei pini italici del Vignale di Nociglia. Con una nota a firma Maurizio Buccarella, Daniela Donno, Barbara Lezzi e Diego De Lorenzis, gli esponenti del M5S si rivolgono all'Amministrazione comunale a seguito delle segnalazioni di numerosi cittadini allarmati che non vogliono rinunciare ad un “luogo del cuore, caro a tantissimi nocigliesi, e non solo, che hanno espresso via mail e sui social network in queste ore tutta la loro amarezza”. “Abbiamo presentato al Governo – continua la nota del M5S – un’interrogazione parlamentare, pubblicata in data 7/8/2013, al fine di intervenire per la modifica del progetto a salvataggio degli alberi. Chiediamo pertanto che si dia alle istituzioni modo e tempo per approntare tutte le necessarie modifiche al progetto, e che si esca ora dal buio vicolo cieco verso cui quell’ordinanza indirizzerebbe, attraverso la sua urgente responsabile e saggia sospensione. E’ questo il mese in cui si festeggia “La nazionale Festa degli Alberi” ed in tutt’Italia si stanno ripiantando, nuovi giovani alberi. Proprio quest’anno tra l’altro dovevano essere realizzati i censimenti da parte dei comuni, e far scattare i conseguenti vincoli, per le alberature urbane di pregio, quale ovviamente anche quella dei Pini in questione, in ottemperanza alla Legge dello Stato n. 10 del 2013 “Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani”. Diversi agronomi dopo gli appositi sopralluoghi ci hanno poi informato dello stato di ottima salute degli alberi, esponendo innumerevoli soluzioni e/o varianti atte alla migliore realizzazione della pista ciclabile nel rispetto della natura e delle esigenze di fruizione del luogo. Potature sagge e minimali, rifacimento rispettoso dei manti stradali e marciapiedi, son gli interventi perseguiti in altre realtà simili, identiche, ad esempio nella vicine Poggiardo come nella città di Caprarica di Lecce, lungo strade alberate di pini mediterranei. Assolutamente a impedisce pertanto che lo stesso avvenga a Nociglia! Di fronte ai grandi budget pubblici stanziati per la pista ciclabile, si può adeguare il progetto creando grandi aiuole sterrate sotto i pini, rimuovendone il cemento preservando i loro apparati radicolari che ben imbrigliano anche i suoli del terrapieno del corso On. Manfredi. Facciamo pertanto appello a tutti gli Enti cui indirizziamo d’urgenza questa lettera aperta, a partire dal medesimo Comune di Nociglia, perché si blocchi e sospenda ogni ordinanza di taglio, al fine della saggia necessaria e virtuosa modifica del progetto. Quegli alberi non possono diventare biomassa da ardere, dato il loro grande valore ambientale ed urbanistico, nonché per il loro legame paesaggistico con il Vignale. Da Istituzioni dello Stato Italiano, e da loro rappresentanti, abbiamo il dovere civile e morale di dare il buon esempio, tutti quanti e tutti insieme, ciascuno secondo i propri ruoli e competenze, ascoltando innanzitutto i cittadini, ed agendo di conseguenza, senza bracci di ferro vuoti e tali da creare inutili ferite sociali, storiche e paesaggistiche, ma con la forza di saper distinguere con fermezza il Vero Bene Pubblico, che oggi passa dalla massima tutela e preservazione di quei 22 alberi. Siamo certi verrà da tutti un intervento ispirato dalla massima responsabilità, contemperando come ben possibile tutte le istanze senza sacrificarne alcuna. Abbiamo il dovere di operare per la massima cura delle suggestioni del bel Vignale, e dei suoi bellissimi odorosi Pini, alberi Italici per eccellenza, simboli nazionali e di romanità, che ricordano tantissimo, almeno per la loro forma ad ombrello, proprio l’albero che è nello stemma civico della loro Città di Nociglia”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati