Imu. L’appello della Provincia per favorire i residenti all’estero

Lecce. Palazzo dei Celestini chiede ai sindaci di esentare dal pagamento dell’imposta chi vive fuori dal territorio statale

LECCE – Favorire i salentini che vivono all’estero, prevedendo delle esenzioni sul versamento dell’Imu (Imposta Municipale Unica). E’ ciò che la Provincia di Lecce ha chiesto ai Comuni per bocca del presidente Antonio Gabellone e dell’assessore alle Relazioni internazionali Marcella Rucco. Nel formulare l’appello, Palazzo dei Celestini ha fatto proprie le istanze della Rete di associazioni emigranti chiedendo ai sindaci di inserire nei loro Regolamenti sull’Imu la clausola prevista dal decreto legislativo n. 16/12 con cui si stabilisce che “i Comuni possono considerare direttamente adibita ad abitazione principale l’unità immobiliare posseduta dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata”. Si tratta di un’agevolazione che solo il Regolamento del Comune di appartenenza può stabilire. Gabellone si è detto fiducioso che “pur afflitti da innumerevoli incombenze, i primi cittadini valuteranno sicuramente la possibilità di prevedere nei loro Regolamenti le agevolazioni previste dalla legge”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment