Informazione precaria. Incontro con Iacopino

Lecce. Il presidente nazionale dell’Ordine dei giornalisti a Lecce per discutere di precariato, equo compenso, riforma della professione

LECCE – Precariato, equo compenso, riforma della professione. Tanti i temi da discutere oggi, a partire dalle ore 10.30 a Palazzo dei Celestini all’incontro organizzato da “Informazione Precaria”, rete salentina di giornalisti e operatori dell’informazione. Alla riunione prenderanno parte il presidente nazionale dell'Ordine dei Giornalisti, Enzo Iacopino, ed il responsabile dell'Osservatorio sul precariato costituito presso l'Odg nazionale Fabrizio Morviducci, che illustrerà i contenuti della “Carta di Firenze” e la sua applicazione. Nelle ultime settimane, l’emergenza occupazione che riguarda il settore dell’informazione si è ulteriormente acuita con diversi nuovi casi che hanno scosso l’ambiente e l’opinione pubblica, fra cui le dimissioni in diretta del direttore di Canale 8, Gaetano Gorgoni, l’abbandono di massa dei giornalisti di Paese Nuovo e altri casi di licenziamenti improvvisi. All'incontro con Iacopino e Morviducci, al quale prenderanno parte Paola Laforgia, presidente dell'Ordine dei giornalisti della Puglia, i consiglieri dell'Ordine regionali e nazionali eletti in Puglia, i vertici di Assostampa Puglia, sono stati invitati anche parlamentari, rappresentanti delle istituzioni locali e dei sindacati confederali.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment