Rimborso affitti. Pubblicato il bando

Lecce. Ecco tutte le informazioni per presentare la domanda ed accedere ai fondi. C’è tempo fino al 12 novembre

LECCE – Venti giorni di tempo per richiedere il sostegno agli affitti previsti dalla Regione Puglia. Il Comune di Lecce oggi ha pubblicato il bando per accedere ai fondi di rimborso affitti del 2011. I moduli per partecipare saranno disponibili da oggi al 12 novembre saranno disponibili nella sede dei Servizi Sociali del Comune di Lecce, in viale Marche (Villa Citty) e all’Ufficio Urp al piano terra di Palazzo Carafa, nonché sul sito internet www.comune.lecce.it (settore Servizi Sociali). Con delibera di giunta (la n. 1865 del 25 settembre 2012), la Regione Puglia ha provveduto a ripartire tra i Comuni le somme relative al rimborso degli affitti per l’anno 2011 mettendo a disposizione del Comune di Lecce la somma preventiva di 229.071,13 euro. Per accedere a questi fondi assegnati dalla Regione è stato dunque indetto un apposito bando di concorso, in conformità alle indicazioni fornite dalla Regione stessa. Per poter partecipare al bando è necessario essere residente in Lecce e risultare titolare di un contratto di locazione ad uso abitativo debitamente registrato e non riferito ad un alloggio di Erp; possedere le ricevute di pagamento dell’affitto relative all’anno 2011; non risultare proprietario di alloggi; avere un reddito complessivo familiare, non superiore a 14.000 euro; compilare in ogni parte i moduli prestampati di domanda ed allegare la documentazione richiesta. Per i cittadini extracomunitari, è necessario documentare la residenza in Italia da almeno dieci anni, o almeno da cinque nella stessa Regione.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment