Adoc: 'Perrone mantenga le promesse fatte in campagna elettorale'

Lecce. L’associazione dei consumatori ricorda al sindaco gli impegni presi con i cittadini in campagna elettorale

LECCE – Il sindaco Paolo Perrone e la sua Amministrazione non avrebbero ancora mantenuto nessuno degli impegni presi con l’Adoc in campagna elettorale. E’ la stessa associazione dei consumatori a riferire che il 23 aprile, a pochi giorni dalle elezioni, presso la sala conferenze di Adoc alla presenza della stampa appositamente convocata, l'allora candidato e attuale sindaco Perrone ha sottoscritto con Adoc e con le maggiori associazioni dei consumatori presenti sul territorio comunale, alcuni impegni amministrativi precisi. Dei punti qualificanti proposti, che prioritariamente le associazioni avevano a cuore per la città (ad esempio, la chiusura al traffico di piazza Mazzini e vari altri impegni – vedi allegato), l’aspirante sindaco ne aveva sottoscritti solo alcuni. Eccoli: 1) Il sindaco si era impegnato (pur rifiutando di sottoscrivere qualsiasi impegno sui tempi) a realizzare un parcheggio multipiano in zona ex Foro Boario (zona nord della città) e in corrispondenza dell'accesso sud della città (zona imbocco della statale per Maglie); 2) si era impegnato a realizzare un nuovo parco per Lecce e a realizzare, in accordo con le associazioni, una piattaforma, un sistema integrato per la cultura che, pur nella indipendenza e nella loro specificità culturale, che metta in rete i teatri cittadini, le biblioteche, i musei, i cinema ed i luoghi di della cultura operanti nella città; 3) si era impegnato a creare una figura istituzionale (ad esempio un consigliere delegato) che promuovesse la trasparenza e la partecipazione ed si era impegnato ad attivare immediatamente le Consulte Comunali per le associazioni, già previste da anni nello Statuto e mai attivate. Adoc intende ricordare a Perrone e alla cittadinanza che, almeno per gli impegni da lui sottoscritti, vi è massima attenzione e vigilanza. “Abbiamo fatto partire sin dal giorno successivo a quello delle elezioni un timer virtuale – si legge in una nota diffusa dall’associazione -: Adoc si aspetta che il sindaco sia conseguente con gli impegni presi e, a partire dalla delega sulla trasparenza e partecipazione e all’attivazione delle Consulte, avvii i processi necessari alla realizzazione di quanto concordato”. Le Consulte, le aree parcheggio a nord e sud della città, un nuovo parco per la città e un sistema integrato per i contenitori culturali sono, secondo Adoc, delle esigenze prioritarie della collettività salentina.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment