Abusi del prete su un giovane: ‘Paghi la Curia’

Lecce. La Diocesi di Nardò-Gallipoli entra nel processo nei confronti di don Quintino De Lorenzis, attraverso il vescovo Domenico Caliandro

LECCE – “Per i presunti abusi sessuali commessi dal sacerdote nei confronti di un giovane in difficoltà, paghi la Curia”. Lo ha chiesto Salvatore Centonze, il legale del 28enne di origini marocchine, che sarebbe rimasto vittima nell’ottobre del 2011 di abusi sessuali da parte di don Quintino De Lorenzis, il parroco 35enne della parrocchia di San Gerardo Majella di Nardò. La Diocesi di Nardò-Gallipoli entra dunque nel processo, attraverso il vescovo Domenico Caliandro. Il 28enne si è costituito parte civile nel processo ed ha richiesto un risarcimento di 20mila euro. Ed i giudici del Tribunale di Lecce hanno accolto la richiesta di citare come responsabile civile la Curia di Nardò, in virtù del rapporto lavorativo con il sacerdote. I fatti riferiti dalla vittima, infatti, sarebbero stati compiuti all’interno della parrocchia, in sacrestia. Don De Lorenzis avrebbe più volte tentato di approfittare del giovane che si era recato da lui per chiedere aiuto, data la sua condizione di indigenza e difficoltà. In tal modo avrebbe determinato nella vittima una patologia clinica, consistente in una difficoltà nella vita relazionale e sessuale, ansia e depressione, che avrebbe poi reso necessarie delle cure farmacologiche. Il parroco, intanto, è stato sospeso dalla Curia e rimosso dal suo incarico. 11 gennaio 2012 Abusi su un giovane. Don Quintino a processo LECCE – Gli abusi si sarebbero consumati in parrocchia. Lì dove il giovane marocchino si sarebbe recato per chiedere aiuto, vista la situazione di grave indigenza nella quale verteva, una volta arrivato, da clandestino, nel Salento. E proprio quel parroco nel quale avrebbe visto il suo aiuto, si sarebbe invece trasformato nel suo aguzzino. E’ questo che il 26enne di nazionalità marocchina ha riferito agli inquirenti, quando ha denunciato gli abusi sessuali ai suoi danni da parte del parroco, don Quintino De Lorenzis, 35enne originario di Alliste e da più di un anno alla guida della parrocchia di San Gerardo Majella di Nardò. Il processo nei confronti del sacerdote si aprirà il prossimo 28 marzo. Il rinvio al giudizio è arrivato al termine dell'udienza preliminare che si è tenuta ieri dinanzi al gup del Tribunale di Lecce Nicola Lariccia.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment