Inglese e azienda. Nuovi percorsi formativi all’istituto d’arte

Poggiardo. Gli alunni coinvolti nei progetti sono in tutto 45, delle classi terze, quarte e quinte

POGGIARDO – Si arricchisce l’offerta formativa dell’Istituto Statale d’Arte (Isa) “Nino Della Notte” di Poggiardo in via Principe di Piemonte. Sono state attivate infatti diverse attività formative, coordinate dal dirigente scolastico, Luigi Martano, previste nell’ambito della Programmazione Fondi Strutturali 2007/2013 – Programma Operativo Nazionale: “Competenze per lo Sviluppo” finanziate con il Fondo Sociale Europeo – Programma Operativo Regionale Puglia – Obiettivo Convergenza. I progetti vengono realizzati nell’ambito dell’Obiettivo C (Migliorare i livelli di conoscenza e competenza dei giovani dell’Azione C-1 “Interventi formativi per lo sviluppo delle competenze chiavi – comunicazione nelle lingue straniere” e dell’Azione C/5 “Tirocini e stage nei Paesi europei”). Il progetto ”English for young artists” rivolto a 15 studenti delle classi terze, è in corso di svolgimento a Malta dallo scorso 30 settembre (per concludersi il 30 ottobre) e prevede 75 ore di lezione (di cui 60 ore di formazione + 15 ore propedeutiche) nell’arco di tre settimane. Un altro corso nell’ambito dello stesso progetto è in corso di svolgimento in Inghilterra ed è rivolto a 15 studenti delle classi quarte e quinte. In corso di svolgimento anche il percorso formativo realizzato nell’ambito dell’Azione C/5 “Tirocini e stage nei Paesi europei”denominato Progetto ”Dalla scuola all’azienda”. E’ rivolto a 15 alunni delle classi terze, quarte e quinte e si tiene in Calabria (sempre dal 30 settembre al 30 ottobre), per una durata di 130 ore (120 ore di formazione + 10 ore propedeutiche) durante l’arco di tre settimane.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment