Maschio o femmina? La risposta all’ottava settimana

Arriva anche in Puglia “Ottotest”. Un semplice prelievo di sangue ed è possibile conoscere il sesso del nascituro. Con una percentuale di errore inferiore all’1%

di Lamberto Coppola (*) E’ probabilmente la soddisfazione del desiderio di tutte le mamme ed i papà: conoscere il sesso del nascituro subito dopo aver scoperto di aspettare un bambino. La gravidanza è in effetti un periodo indimenticabile della vita di ogni donna – ed anche degli uomini, che la vivono di riflesso, accanto alle loro compagne. È un momento di cambiamenti, speranze e preparativi. La domanda che gira nella testa dei futuri genitori, soprattutto nei primi mesi di gestazione, è: sarà un maschietto o una femminuccia? Non bisognerà aspettare più come una volta per saperlo. E’ arrivato anche in Puglia “Ottotest”, il test che, con un semplice prelievo di sangue, permette di conoscere il sesso del tuo bimbo prima del secondo mese (dall’ottava settimana di gravidanza). Il test si basa sull’identificazione del Dna libero del cromosoma Y nel sangue materno. Il ritrovamento del Dna libero del cromosoma Y indica che il nascituro è sicuramente maschio; il non ritrovamento dà la certezza che il nascituro è femmina. Un recente studio americano ha dimostrato che le mamme che conoscono precocemente il sesso del nascituro si concentrano maggiormente sulla relazione emozionale con il bimbo piuttosto che sugli eventuali disturbi legati alla gravidanza. La probabilità di errore è inferiore all’1%. Oltre a soddisfare prestissimo la legittima curiosità dei genitori sul sesso del bimbo in grembo, il test risulta molto importante, nel caso in cui la madre sia portatrice, per escludere (se il nascituro è femmina), le malattie legate al sesso come la distrofia muscolare di Duchenne o l’emofilia. “Ottotest” è stato messo a punto presso i laboratori Andros di Palermo. In Puglia viene effettuato in service presso i laboratori del Centro Medico Biologico Tecnomed, di Nardò. // Come viene eseguito Le mamme possono eseguire il test a partire dall’ottava settimana di gestazione tramite un semplice e non invasivo prelievo di sangue. Il prelievo per Ottotest può essere eseguito, anche non a digiuno. Presso il Centro Tecnomed, viene effettuato dal lunedì al mercoledì dalle ore 9:30 alle ore 19:00. Info: tel 0833.567547 – fax 0833.567931 tecnomed@centrotecnomed.it. (*) Prof. Lamberto Coppola Andrologo – Ginecologo – Sessuologo Direttore dei Centri Integrati di Andrologia e Fisiopatologia della Riproduzione Umana Tecnomed (Nardò- Lecce), Casa di Cura Petrucciani (Lecce) e Casa di Cura Fabia Mater (Roma).

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati