Svimez: PIL pugliese 2011 a + 0,5%

Roma. Presentati alcuni giorni fa i dati sull’economia del Mezzogiorno. I trend su PIL e occupazione sono positivi

L’Associazione per lo sviluppo dell’industria nel Mezzogiorno (Svimez), nel suo consueto Rapporto sull’economia del Mezzogiorno, ha rilevato un dato positivo riguardo l’andamento del Prodotto interno lordo regionale nel 2011. Una performance di crescita dello 0,50 %, quella della Puglia, che assume un significato di assoluta rilevanza, se paragonata alla media italiana (+0,4%) e a quella del Mezzogiorno (+0,1%), mentre appare di pochissimo inferiore a quella del Centro-Nord (+0,6%). Tra le Regioni meridionali il Pil che cresce di più è quello della Basilicata in aumento del 2%, mentre Campania (-0,6%), Calabria (-0,7%) e Sicilia (-0,2%) registrano un Prodotto interno lordo negativo. Svimez evidenzia alcuni rilevanti risultati economici per la Puglia: il primato sul dato delle esportazioni, che ha raggiunto un +17,9% (massimo incremento a livello italiano), con un valore euro pari a 8.159 milioni. Anche sull’occupazione i dati sono incoraggianti, con un +11.600 unità occupate (rispetto al 2010) e una riduzione dei disoccupati del 2,7%. Ulteriore conferma inoltre sul primato assoluto della Puglia rispetto alle produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, con un livello giunto a 3.814 gigawatt/ora. Il rapporto non chiarisce se si tratti di risorse che garantiscono un ritorno economico e occupazionale vantaggioso per il territorio o se il vantaggio per la Puglia sia solo nel dato del PIL.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment