Fondi di investimento. Si chiude la ‘tre giorni’ Arti

Ieri la pitch session per mettere in relazione imprese innovative pugliesi con soggetti investitori; oggi a Lecce si conclude il ciclo di seminari sul seed capital

Giovani imprese pugliesi all’esame dei rappresentanti di alcuni importanti investitori nazionali: si è tenuta ieri pomeriggio, presso la sala videoconferenze dell’Area di ricerca di Bari del Cnr, una sessione di presentazioni (pitch session) per mettere in relazione imprese innovative pugliesi con soggetti investitori, organizzata dall’ARTI e la rete ILO Puglia, in collaborazione con PugliaSviluppo. Tommaso Marzotto Caotorta, segretario generale dell’Associazione IBAN (Italian Business Angels Network), Gianni De Caro, investment manager presso Atlante Ventures e Franco Fattorini, socio fondatore di Firmina srl hanno infatti assistito alla presentazione delle brevi sintesi dei progetti imprenditoriali di cinque nuove realtà aziendali (DES, Innovative Solutions, Resolvo, Sairam, Smartech), fornendo loro indicazioni sulle modalità più opportune per accedere ai fondi d’investimento. Le imprese partecipanti sono state selezionate da una commissione composta da Stefano Marastoni, Paolo D'Addabbo, Davide De Nicolò, Carlo Gadaleta Caldarola (per l’ARTI) e Alfredo Lobello (per PugliaSviluppo). A seguito di una specifica call, infatti, sono state invitate a partecipare imprese pugliesi caratterizzate da requisiti quali un business con elevate potenzialità di mercato, prodotti o servizi innovativi in fase di early stage (start-up), una tecnologia proprietaria o la disponibilità degli enti di appartenenza a trasferirla, un know-how specialistico ad elevato potenziale di sviluppo di nuovi servizi o prodotti, la presenza nella compagine societaria di un partner imprenditoriale, aver beneficiato di finanziamenti pubblici per la ricerca industriale e lo sviluppo competitivo. Per partecipare alla selezione, era necessario rientrare in una delle seguenti categorie: spin off da ricerca pubblica già costituite dopo giugno 2009; start up finaliste della Start Cup Puglia già costituite non prima di giugno 2009; spin off industriali già costituite dopo giugno 2009. L’evento si colloca tra le azioni a sostegno della valorizzazione dei risultati di ricerca e del consolidamento dell’imprenditorialità pugliese, realizzate nell’ambito del progetto ILO2-fase 2 – promosso dall’ARTI (in collaborazione con i cinque atenei pugliesi, il Cnr e l’Enea), su incarico dell’Area Politiche per lo sviluppo economico, il lavoro e l’innovazione della Regione Puglia – e anticipa la costituzione del Club degli Investitori. Si tratta di un nucleo di investitori, imprenditori seriali e manager con esperienza in grado di supportare le start up innovative pugliesi nelle fasi di creazione e crescita dimensionale: l’iniziativa mira a promuovere e favorire l’intervento della finanza privata e/o “ibrida” nel sostegno all’impresa innovativa della Puglia. La pitch session costituisce solo uno degli appuntamenti di una tre giorni dedicata ai fondi di investimento: martedì 25 a Foggia (Università degli Studi, Palazzo Ateneo), mercoledì 26 a Bari (Università degli Studi, Facoltà di Economia) e oggi a Lecce (Università del Salento, complesso Ecotekne) ha avuto luogo il workshop intitolato “Il Seed Capital: regole e funzionamento”, tenuto da Gianni De Caro (a Foggia) e Franco Fattorini (a Bari e Lecce). L’incontro è stato incentrato sull’illustrazione delle “regole del gioco” del seed capital, ovvero del fondo d’investimento che finanzia le prime fasi di vita di una nuova attività imprenditoriale, dei meccanismi che ne regolano l’applicazione e delle principali categorie dei soggetti coinvolti nel processo. Il seminario rappresenta il terzo di dieci appuntamenti organizzati dall’ARTI, sempre nell’ambito del progetto ILO2-fase 2, nell’arco di un anno sui temi del trasferimento tecnologico, della valorizzazione della proprietà intellettuale, dell’avvio di spin off e start up innovative, del finanziamento dell’innovazione e rivolti al personale della ricerca pubblica e delle imprese pugliesi. Il calendario completo dei seminari ed ogni altro approfondimento sono disponibili su www.ilopuglia.it, il portale interamente dedicato al progetto ILO.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment