ArtLab, inaugurazione con sorpresa

Lecce. Masterclass gratuita con lo scrittore Alessandro Baricco. Così si apre la rassegna di incontri e laboratori attorno al tema della cultura

LECCE – Che la pacifica invasione abbia inizio. Si apre oggi a Lecce ArtLab, dialoghi intorno al management culturale, rassegna di incontri, laboratori, dibattiti considerati spazi privilegiati per un confronto sulla cultura e le sue potenzialità. E la cerimonia di inizio è davvero a cinque stelle: la masterclass gratuita con lo scrittore Alessandro Baricco, oggi, alle ore 9.45, a Palazzo Turrisi. Un prezioso regalo per la città che ospita quest’anno la settima edizione della manifestazione. Autore di “Oceano Mare”, “Castelli di Rabbia”, “Novecento”, “Senza sangue”, Alessandro Baricco è scrittore, saggista, critico musicale, conduttore televisivo, pianista, sceneggiatore e regista italiano, fra i più noti esponenti della narrativa italiana contemporanea. Fondatore e preside della “Scuola Holden”, una scuola di scrittura e storytelling che all’interno di ArtLab 12 terrà, dal 22 al 27, il corso “Scrivere il Mediterraneo. Summer school di scrittura”. Un gruppo di giovani scrittori sotto la guida dello scrittore-docente Martino Gozzi, indagheranno il grande tema del Mediterraneo nel suo ruolo simbolico di mediatore fra terre e culture. Tra le questioni aperte: è possibile raccontare una nostra Primavera? Cosa manca ai giovani e quali potrebbero essere le proposte nella ricerca di un’identità per i giovani nel nostro pezzo di Mediterraneo? I migliori racconti saranno letti nel “Reading-concerto”, che si terrà giovedì 27 alle ore 22.00, presso il Teatro Romano, a ingresso gratuito. La performance nasce dalla collaborazione della Scuola Holden, l’Associazione J.AS.S ed il regista Tonio De Nitto, della Compagnia Factory. Partecipano gli attori: Ippolito Chiarello, Angela de Gaetano, Carla Guido, Silvia Lodi, Fabio Tinella. Interventi musicali di Jazzisti Associati Salentini, Mediterraneo radicale, Franco Ferguson, El Gallo Rojo, Improvvisatore involontario, Snake_Platform.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment