La maturità è tutto

Jannacci… Paul Nizan a Milano

La frase di Paul Nizan proposta come traccia al recente esame di maturità è uno degli incipit più semplici e sconvolgenti nella storia della letteratura: “Avevo vent'anni… Non permetterò a nessuno di dire che questa è la più bella età della vita”. Il libro da cui è tratta, “Aden Arabia”, è del 1931. Ripubblicato da Sartre nel 1960, quell’incipit si scaverà una nicchia nella testa di molti giovani arrabbiati di allora e un’eco risuona in una canzone del ’79 firmata dal nostro arrabbiato più scanzonato, Enzo Jannacci. Io e te e il mondo che è un bidone da far rotolare. La bellezza dei vent’anni è poter non dare retta a chi pretende di spiegarti l’avvenire, il lavoro, l’amore… Certo, ma se l’amore si fa in tre e lavoro non ce n’è l’avvenire diventa un buco nero in fondo al tram. Forse il bello è proprio questo, ma certe cose a vent’anni non si sanno. A Nizan andrà peggio sui trenta. Comunista, si staccò dal partito dopo il patto Molotov-von Ribbentrop e andò a morire nella battaglia di Dunkerque. Jannacci invece è vicino agli ottanta, ma non risulta nelle hit degli odierni “indignados” (come si suol dire con ispanismo d’importazione, quasi fosse frutta esotica).

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment