Indiziato di mafia. Confisca dei beni

Copertino. Bassi redditi dichiarati a fronte di un ingente patrimonio a lui riconducibile. La Dia ha sequestrato beni per 150mila euro a Giovanni Tredici

COPERTINO – Nove appezzamenti di terreno riconducibili a Giovanni Tredici, 41enne di Copertino, sono stati sequestrati nelle scorse ore dalla Direzione investigativa antimafia di Lecce per recuperare la somma di 150mila euro derivante dalla vendita di prodotti agricoli coltivati su fondi già sequestrati. Tredici è indiziato di appartenere ad un’associazione per delinquere di stampo mafioso ed è stato condannato per associazione per delinquere semplice, estorsione, rapina, porto e detenzione di armi. Il provvedimento è scattato in seguito alla verificata sproporzione tra i redditi dichiarati dall’uomo ed il consistente patrimonio a lui riconducibile e segue quello eseguito il 7 marzo scorso. Articoli correlati: Dia. Sequestrati terreni riconducibili a Giovanni Tredici (8 marzo 2011) Antimafia: la Dia di Lecce gli confisca case, terreni e conti bancari (20 gennaio 2011)

Articoli correlati

Leave a Comment