Start Cup. Riparte la sfida tra idee innovative

Bari. Quinta edizione pugliese della competizione che mette in gara i migliori piani d’impresa innovativa

BARI – Si intitola “Il risveglio delle idee vincenti“, ed è il claim della campagna di comunicazione della Start Cup Puglia 2012, l’annuale chiamata alle armi attraverso cui la Puglia intende contribuire a valorizzare le migliori idee innovative con una prospettiva concreta di business e capacità di attrarre nuovi investitori. Queste, dunque, alcune delle finalità della competizione che dal 2008 premia i migliori piani d’impresa innovativa. Start Cup Puglia è organizzata dall’Arti, su incarico dell’Area Politiche per lo Sviluppo economico, il Lavoro e l’Innovazione della Regione Puglia, nell’ambito del progetto “Creare impresa e diffondere tecnologia a partire dalla ricerca – Programma Operativo per la fase 2 del Progetto ILO2”. Come già nelle passate edizioni, le cinque Università pugliesi (Università e Politecnico di Bari, Università di Foggia, Università del Salento e LUM Jean Monnet), il Cnr e l’Enea si confermano partner della manifestazione. Start Cup Puglia 2012 è inoltre realizzata in collaborazione con Pni – Premio nazionale per l’innovazione e con il programma regionale Bollenti Spiriti. “L’obiettivo della Start Cup – spiega Giuliana Trisorio Liuzzi – è anche quello di contribuire a promuovere la cultura d’impresa, in quanto fornisce all’aspirante imprenditore strumenti e supporto per valutare il potenziale economico della propria idea. Promuove, inoltre, una selezione delle migliori idee imprenditoriali in settori in cui anche la Puglia ora eccelle: dal biomedicale all’agrofood, dalle applicazioni biotech, all’ICT alla meccatronica”. Sulla scorta degli esiti positivi della passata edizione, Start Cup Puglia 2012 prosegue nell’intento di fornire un’assistenza crescente alla trasformazione delle idee in piani di impresa. La competizione, infatti, si articola in due fasi: una prima, denominata “Dall’idea al business plan” ed una seconda fase, denominata “Gara fra progetti di imprese innovative”. La prima fase è quella in cui i partecipanti che registrano la propria idea di business sul sito della manifestazione possono essere selezionati per usufruire di specifici percorsi formativi e di assistenza personalizzata per la redazione del business plan. La seconda fase prevede la competizione tra i progetti d’impresa veri e propri, dai quali una giuria di esperti selezionerà una short list di business plan che si affronteranno nella finale. Start Cup Puglia è aperta alla partecipazione di aspiranti imprenditori, singoli o in gruppo, che intendano avviare un’impresa innovativa in Puglia e di imprese innovative pugliesi nate dopo il 1° gennaio 2012 o in via di costituzione. La partecipazione a Start Cup Puglia 2012 è gratuita e la candidatura va inviata esclusivamente con procedura online sul sito della manifestazione www.startcup.puglia.it. La procedura prevede la registrazione preliminare delle idee di business entro il 5 luglio 2012; la candidatura alla gara va poi effettuata, sempre entro il 5 luglio, iscrivendo il proprio business plan in una delle seguenti categorie: Life Science, ICT-Social Innovation, Agrifood–Cleantech, Industrial. I migliori piani d’impresa selezionati saranno invitati a partecipare all’evento finale della Start Cup Puglia 2012, previsto per il mese di settembre; in quell’occasione, la giuria determinerà i quattro vincitori del concorso, integrando la valutazione del business plan con la valutazione dell’esposizione orale dei progetti finalisti. Al primo classificato di ciascuna categoria verrà assegnato un premio in denaro di 10mila euro; tra questi quattro, la giuria selezionerà il vincitore assoluto della gara, al quale verrà assegnato un ulteriore premio in denaro di 5mila euro. I quattro vincitori, inoltre, accederanno di diritto al Premio nazionale per l’innovazione, in programma il 29 e 30 novembre 2012 a Bari. I dettagli della manifestazione e la modulistica della competizione sono disponibili sul sito dell’iniziativa www.startcup.puglia.it. Aggiornamenti e news sono segnalati anche sul social network Facebook (all’account dell’Aarti); inoltre sul canale YouTube dell’Arti sono disponibili i contenuti multimediali realizzati per l’iniziativa.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!