Delibera 1500. Il punto ad un anno dall’introduzione

Lecce. Convegno presso Confindustria per verificare i risultati raggiunti. Presenti rappresentanti degli industriali e il direttore sanitario Asl Narracci

LECCE – Quali sono i risultati dell’introduzione della dgr 1500/2010, la delibera della Regione Puglia che ridisegna l’organizzazione dell’assistenza sanitaria sul territorio? Ad un anno dalla sua applicazione, Confindustria Lecce ha pensato di verificare quali siano stati i risultati della sua introduzione a fronte dell’intento del legislatore e quali problematiche abbiano dovuto affrontare soprattutto le direzioni delle Asl nella committenza dei servizi. In tale ottica l’associazione degli industriali ha organizzato un convegno per ore 17.30 di oggi dal titolo “La dgr 1500/2010: dal contingentamento dell’offerta alla governance delle reti di impresa”. Il convegno si aprirà con i saluti del presidente di Confindustria, Piernicola Leone De Castris. Sono previsti gli interventi di Ottavio Narracci, direttore sanitario della Asl di Lecce, che relazionerà su “Committenza pubblica e mercato sanitario: equità, appropriatezza, sostenibilità”; Nicola Rosato, consulente di Confindustria Puglia, che approfondirà il tema de “La concorrenza emulativa tra pubblico e privato”; Massimo Mello, presidente della Sezione Sanità e Sicurezza di Confindustria Lecce, che guarderà a “L’evoluzione migliorativa della Dgr. 1500/2010, attraverso la valutazione funzionale dell’esercizio della libera scelta del cittadino”; Antonio Corvino, direttore generale di Confindustria Lecce che si concentrerà su “Il futuro: la riorganizzazione ai fini della qualità ed economicità della prestazione attraverso le reti di impresa (Legge 122/2010)”. Seguirà il dibattito tra i presenti. L’evento si propone anche di analizzare il rapporto pubblico/privato e le possibili modifiche in itinere, considerato che “è logico ritenere che gli stessi nuovi criteri possano essere perfezionati dopo la loro prima applicazione” (CDS n. 6137/2011 R.G.). Nel corso del convegno i relatori prospetteranno i possibili futuri scenari del servizio sanitario territoriale, attraverso anche un approfondimento sul contratto di rete fra imprese, ai fini del miglioramento della qualità ed economicità delle prestazioni.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment