Brindisi. Baldassarre: ‘Plauso alla prudenza degli inquirenti’

L’europarlamentare condanna l’atteggiamento di chi ha subito gridato all’attentato di mafia

BRINDISI – Meglio la prudenza degli organi inquirenti dalla tempesta di commenti politici che hanno descritto il Salento come terra nelle mani della criminalità organizzata. In questo modo Raffaele Baldassarre, europarlamentare (Pdl) commenta l’esito delle indagini relative all’attentato di Brindisi. “Per 19 giorni abbiamo atteso in silenzio e personalmente ho preferito evitare qualsiasi commento e nota stampa sulla vicenda della morte di Melissa Bassi a seguito dell’attentato esplosivo di Brindisi. Ho preferito non avventurarmi in poco opportune analisi, in attesa, eventualmente, della verità – dice -. Le indagini di polizia hanno le loro regole e anche i loro tempi, ma adesso è possibile dire qualcosa a proposito di giustizia e legalità. Premesso che ogni mobilitazione contro la criminalità è sempre positiva e che la reazione spontanea diffusa è stato un chiaro segnale di rigetto e condanna della malavita oltre che di esigenza di non abbassare la guardia sulla legalità – aggiunge -, voglio dire che maggiore prudenza da parte di alcuni politici ed esponenti istituzionali avrebbe evitato di far passare l’immagine e l’idea, in tutta Italia e in Europa, di un Salento terra controllata dalla criminalità organizzata. Da apprezzare, al contrario, l’atteggiamento delle forze dell’ordine e della magistratura a cui va un plauso per i risultati e la cautela nelle indagini, senza inutili suggestioni”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment