Confindustria: ‘Solidarietà e stima a Benisi’

Lecce. L’associazione degli industriali esprime fiducia nella magistratura e la certezza nella totale estraneità ai fatti da parte del titolare della Megatex

LECCE – Confindustria Lecce interviene sulla vicenda giudiziaria che riguarda Enzo Benisi, vicepresidente dell’associazione degli industriali salentini e legale rappresentante della Megatex Spa. “Enzo Benisi da diversi anni è impegnato con la sua azienda e come rappresentante dei vertici confindustriali e della Camera di Commercio, per la crescita e lo sviluppo dell’intero territorio salentino, ancora di più ora, in pendenza della grave situazione di crisi in cui versa l’economia italiana ed europea – si legge in una nota ufficiale di Confindustria -. Confindustria Lecce, colpita dall’esito del giudizio di secondo grado che ha visto coinvolto il dottor Benisi e la sua azienda, dopo l’assoluzione con formula piena ‘perché il fatto non sussiste’ ottenuta nel primo grado, si astiene dall’esprimere qualunque giudizio sulla sentenza e auspica un sollecito pronunciamento della Corte di Cassazione che metta definitivamente e positivamente fine all’intera vicenda. Nel contempo, ribadisce fiducia nell’operato della Magistratura, con la quale, insieme alle Forze dell’Ordine e alle Istituzioni tutte, cerca ogni giorno di rafforzare i principi della legalità e della sicurezza senza i quali non ci può essere sano sviluppo”. Confindustria Lecce esprime inoltre a Benisi solidarietà e rinnovata stima come uomo e imprenditore, “nella certezza – conclude la nota – che sarà dimostrata la sua estraneità ai fatti contestati”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!