Brindisi non gradisce vescovo e Buttiglione

I soli interventi “istituzionali” non fischiati sono stati quelli di Vendola e di don Ciotti. Scarsa la partecipazione dei brindisini

Di Giacomo Grippa Ho partecipato alla manifestazione d qualche giorno fa a Brindisi, promossa dall'Amministrazione comunale. Erano presenti tutte le rappresentanti istituzionali, politiche e sindacali, ma anche quelle di una sola religione. La piazza ha lungamente rumoreggiato per il discorso del vescovo, neanche retorico, ma piatto e pedissequo. La piazza ha anche rumoreggiato, quando è intervenuto il presidente della Provincia, Ferrarese, un imprenditore del centrosinistra, già esponente della Confindustria locale; ha rumoreggiato ancora all'annuncio della presenza di Buttiglione, come vicepresidente del Senato. Bene che non sia intervenuto. Applauditi gli interventi di Vendola e don Ciotti. La piazza era affollatissima, per la rielevante partecipazione di persone provenienti da tante località della Puglia. Mi sarei aspettato maggiore partecipazione da parte dei brindisini; distanziandosi dalla piazza che fruiva di un impianto audio a ristretto raggio, la città, i cittadini proseguivano nella loro ordinaria vita giornaliera. I palazzi che contornavano la piazza avevano le finestre chiuse. Quale il destino di una città, al centro di pesanti e drogati interessi portuali, infrastrutturali ed industriali?

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!