Brindisi non gradisce vescovo e Buttiglione

I soli interventi “istituzionali” non fischiati sono stati quelli di Vendola e di don Ciotti. Scarsa la partecipazione dei brindisini

Di Giacomo Grippa Ho partecipato alla manifestazione d qualche giorno fa a Brindisi, promossa dall'Amministrazione comunale. Erano presenti tutte le rappresentanti istituzionali, politiche e sindacali, ma anche quelle di una sola religione. La piazza ha lungamente rumoreggiato per il discorso del vescovo, neanche retorico, ma piatto e pedissequo. La piazza ha anche rumoreggiato, quando è intervenuto il presidente della Provincia, Ferrarese, un imprenditore del centrosinistra, già esponente della Confindustria locale; ha rumoreggiato ancora all'annuncio della presenza di Buttiglione, come vicepresidente del Senato. Bene che non sia intervenuto. Applauditi gli interventi di Vendola e don Ciotti. La piazza era affollatissima, per la rielevante partecipazione di persone provenienti da tante località della Puglia. Mi sarei aspettato maggiore partecipazione da parte dei brindisini; distanziandosi dalla piazza che fruiva di un impianto audio a ristretto raggio, la città, i cittadini proseguivano nella loro ordinaria vita giornaliera. I palazzi che contornavano la piazza avevano le finestre chiuse. Quale il destino di una città, al centro di pesanti e drogati interessi portuali, infrastrutturali ed industriali?

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!