Rifiuti speciali abbandonati in azienda. Nei guai titolare

Melissano. I carabinieri del Noe hanno sequestrato l’area e segnalato l’amministratore della società

MELISSANO – I rifiuti erano stipati in vari punti dell'impianto, dal cortile esterno a ridosso del muro perimetrale alle rampe delle scale di collegamento tra i diversi piani dell'edificio. Senza criterio e senza autorizzazione. L’amministratore unico di una società di Melissano che produce e commercializza articoli decorativi in poliuretano, un 60enne del posto, è stato segnalato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Lecce, per deposito incontrollato di rifiuti ed emissioni in atmosfera non autorizzate. L’operazione è stata condotta dai carabinieri del Noe che hanno sequestrato l’intera area informando dell’accaduto l’autorità giudiziaria e le autorità amministrative. In particolare, sono state sequestrate due cabine di verniciatura che producevano emissioni in atmosfera non autorizzate; 350 metri cubi di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi costituiti da polietilene contenuti in sacchi di plastica e contenitori in metallo e plastica imbrattati da vernici, depositati in modo incontrollato in aree non autorizzate dell’azienda. L’azienda non era in possesso di alcuna documentazione attestante il regolare smaltimento di rifiuti.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!