Ballottaggi. L’affluenza crolla a picco

Un fisiologico calo dell’interesse era previsto; a Gallipoli l’astensionismo più alto

Un calo dell’affluenza, sia pur fisiologico, era nelle previsioni. Ma forse non si credeva che avrebbe avuto queste proporzioni. In tutti e cinque i Comuni salentini chiamati nuovamente alle urne per eleggere il proprio sindaco si è verificato un vero e proprio crollo dell’affluenza e, probabilmente, dell’interesse. Complice, probabilmente, il grave attentato che si è verificato a Brindisi e che necessariamente avrà tolto appeal alla sfida amministrativa. A Casarano, alle ore 22 di ieri si era recato a votare il 39,77% degli aventi diritto; al primo turno, alla stessa ora, aveva votato il 52,22% dei cittadini. A Galatina ha votato il 35,67% dei cittadini; quasi il 14% in meno rispetto al 49,06% dei votanti al primo turno. A Galatone il crollo è stato di circa 10 punti percentuali: 43,74% contro il 53,15% del primo turno. Più o meno simile la situazione a Tricase dove si è recato alle urne per il ballottaggio il 44,74% dei cittadini a fronte del 54,11% del primo turno. L’astensionismo più deciso si è registrato a Gallipoli: nella città ionica ha votato solo il 27,87%, mentre nel week end del 6 e 7 maggio aveva votato il 43,87% dei cittadini.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!