Favoreggiamento della prostituzione. Denunciato operaio

Sannicola. I carabinieri l’hanno scoperto mentre conduceva sul “luogo di lavoro” due donne di nazionalità nigeriana

SANNICOLA – I controlli dei carabinieri non sono arrivati a casa. La zona, alla periferia di Sannicola, non servita da mezzi pubblici, è infatti il teatro di prostituzione ed attività illecite. Ed infatti, ieri pomeriggio, sono andati a colpo sicuro. L’obiettivo dell’operazione era verificare in che modo le prostitute raggiungessero il luogo prestabilito. Una volta lì, i militari hanno fermato e sottoposto a controllo un veicolo guidato da un 52enne operaio del posto. Poco da sorprendersi se, una volta aperte le portiere, hanno notato che all’interno dell’auto, abbassate sul sedile posteriore nell’intento di nascondersi, vi erano due donne, di origine nigeriana, che da lì a poco avrebbero dovuto iniziare la “giornata di lavoro”. A seguito della perquisizione personale i militari hanno rinvenuto vario materiale utile per l’attività di prostituzione e sottoposto a sequestro i telefoni cellulari delle due cittadine nigeriane e del 52enne di Sannicola. Dalla lettura dei messaggi intercorsi tra di loro, infatti, è infatti emerso che il cittadino salentino, negli ultimi giorni, al mattino, aveva con frequenza alle due donne, domiciliate a Lecce, le condizioni metereologiche, dando inoltre indicazioni sul luogo dove farsi trovare per il trasporto. L’operaio è stato denunciato in stato di libertà per favoreggiamento alla prostituzione; alle due cittadine nigeriane, invece, è stato proposto il foglio di via obbligatorio: in passato, erano già state identificate anche a Roma e Catanzaro. Indagini in corso allo scopo di verificare eventuali responsabilità di altre persone.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!