Varata la giunta Metallo

Racale. Il neosindaco Donato Metallo ha chiuso il cerchio, il vicesindaco Frediano Manni rinuncia per intero all'indennità

RACALE – E’ stata varata la nuova giunta Metallo, sindaco e vicesindaco giovanissimi, poco più che trentenni, vediamo come si compone la nuova giunta racalina:

Frediano Manni

Frediano Manni: Vicesindaco con delega al personale; spendingreview; innovazione tecnologica; polizia municipale; viabilità.

Mauro Gaetani

Mauro Gaetani: assessore con delega alle Attività produttive; Commercio; Politiche sociali.

Antonio Salsetti

Antonio Salsetti: assessore con delega al Bilancio.

Roberto Ferenderes

Roberto Ferenderes: assessore con delega alla Pubblica istruzione; Politiche dell’infanzia e della terza età; Igiene.

Maria Rita Vergari

Maria Rita Vergari :(35 anni, avvocata. Era la più giovane candidata nella lista “Io amo Racale” a sostegno di Donato Metallo) assessore esterno con delega alle Pari opportunità; Tributi e Progettazione.

Roberto D_Ippolito

Roberto D’Ippolito: consigliere con delega al Contenzioso e all’Attuazione del programma.

Anna Maria Errico

Anna Maria Errico: Governatore di Torre Suda; consigliere con delega alle Politiche per le diverse abilità;

Valerio Alfarano

Valerio Alfarano: consigliere con delega al Turismo e alla Periferie. Daniele Renna: consigliere con delega alle Politiche giovanili; Sport. Daniele Manni: consigliere con delega all’Urbanistica e ai Lavori Pubblici.

Daniele Errico

Daniele Errico: consigliere con delega all’Ambiente; qualità e pianificazione territoriale; Paesaggio e verde pubblico.

Francesco Causo

Francesco Causo: consigliere con delega allo Spettacolo, Cultura e Rapporti con le associazioni. Il sindaco Metallo ha dichiarato che ‘Le deleghe sono state date in base alle competenze di ciascuno. Frediano Manni e Mauro Gaetani hanno rinunciato per intero all’indennità, per gli altri è stata dimezzata al 50%. Il Governatore di Torre Suda, il presidente del Consiglio e l’assessore all’Unione dei Comuni (queste ultime due figure ancora da determinare), non percepiranno indennità’.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment