Ballottaggi. Capone: ‘Serve l’impegno di tutto il Pd’

Lecce. Il segretario provinciale del partito chiama tutti i “suoi” al massimo dispiegamento di forze. Le riflessioni sono rimandate a dopo il voto

LECCE – Domenica e lunedì prossimi si voterà per i ballottaggi in cinque importanti Comuni del Salento: Galatina, Gallipoli, Galatone, Casarano e Tricase. Nella maggior parte di questi Comuni il Pd, ammaccato dopo la sonora sconfitta riportata a Lecce, è ancora in gara. Ecco l’analisi di Salvatore Capone, segretario provinciale del Partito democratico: “Il PD – dice Capone – è fortemente impegnato nel conquistare vittorie che garantirebbero al nostro progetto complessivo per il Salento un peso determinante sul futuro della nostra provincia. A Galatone, con Cosimo Casilli, ed a Galatina, con Cosimo Montagna, siamo impegnati con due autorevoli esponenti del nostro partito che, già in passato, hanno dato ampiamente prova di capacità e competenze amministrative. A Gallipoli, con Francesco Errico, ed a Casarano, con Attilio De Marco, i protagonisti delle nostre battaglie sono due personalità di indubbio valore, frutto della condivisione di un percorso che ha visto protagoniste, fianco a fianco, le migliori esperienze riformiste e moderate del territorio. A Tricase, infine, con Antonio Coppola vogliamo riconfermare quell'esperienza di governo del centrosinistra che in anni passati ha già saputo lasciare un segno importante nella vita della comunità tricasina”. Capone chiede quindi ai “suoi” il massimo impegno nella gara. “Conosciamo tutti molto bene le difficoltà che il voto ha evidenziato in realtà come la città capoluogo, ma su queste si è già aperta la discussione con scelte ben chiare nelle sedi appropriate ed altre occasioni seguiranno, evitando comunque di avviare processi degenerativi. Ad urne aperte il silenzio è d'oro, nell'interesse del partito e, prima ancora, nell'interesse delle comunità interessate dal turno di ballottaggio”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!