Un ordigno davanti alla pizzeria 'Mordi e fuggi'. Paura estorsioni

Lecce. Il titolare Alessandro Pellecchia ha riferito di non aver mai ricevuto alcuna minaccia

LECCE – Un ordigno rudimentale. Confezionato e appoggiato alla vetrata della pizzeria “Mordi e fuggi” in via Lequile, a Lecce. Del terriccio collegato ad una miccia a lenta combustione,. Mai accesa. Potrebbe essere un avvertimento di tipo estorsivo oppure uno scherzo di cattivo gusto. Gli agenti delle Volanti di Lecce stanno lavorando, in queste ore, per appurarlo. Oggi alle 7.30 il cognato del titolare della pizzeria, Roberto Semeraro, che gestisce un’edicola proprio lì accanto, ha dato l’allarme, chiamando il commissariato di polizia. Il proprietario, Alessandro Pellecchia, appena saputo dell’accaduto, si è recato in Questura dove è stato sentito degli agenti. Ha riferito di non aver mai ricevuto alcuna minaccia né richiesta estorsiva. Maggiori dettagli sull’episodio si potranno conoscere nelle prossime ore, dopo che gli inquirenti avranno visionato i filmati delle telecamere di sorveglianza di alcune attività commerciali nei paraggi, che potrebbero aver ripreso i responsabili all’atto di collocare l’esplosivo.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!