Russo sindaco per tre voti; Cavallo ricorre al Tar

Ruffano. Lo sconfitto sostiene che in alcune schede il simbolo della sua lista non fosse stampato correttamente

RUFFANO – Da lunedì Carlo Russo è il sindaco di Ruffano ma davanti a sé ha una strada tutt’altro che in discesa. La sua vittoria con soli tre voti di scarto sul secondo, Antonio Cavallo, è stata subito contestata e, nelle scorse ore, lo sconfitto ha annunciato un ricorso al Tar. In alcune schede, il simbolo della lista civica “Democrazia è sviluppo” a sostegno di Cavallo, riferisce il diretto interessato, non sarebbe stato stampato correttamente e ciò avrebbe portato gli scrutatori, nonostante gli elettori avessero scritto il suo nome, ad anarle. Voti, però, che se considerati validi farebbero la differenza e capovolgerebbero il risultato. Del Consiglio comunale fanno parte, stando al responso delle urne, oltre al sindaco Carlo Russo, i consiglieri Maria Rosaria Orlando, Pasquale Gaetani, Antonio Vergaro, Massimo Cantoro, Lucio Vincenti, Santina Vita, Claudio Molentinio (maggioranza); Antonio Cavallo, Simone Viva e Franco De Vitis (opposizione).

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!