Se Casarano potesse parlare

La lettera che Casarano scriverebbe ai cittadini, secondo il candidato Lino Riso della lista Gianni Stefano Sindaco

Sono una città sofferente, con acciacchi di varia natura e, oramai, con un forte affanno. Nonostante abbia investito moltissimo in cure e trattamenti vari, indebitandomi fino alla collina, le mie pene non sono venute meno; anzi, col passare degli anni, si sono sempre di più aggravate. Da qualche tempo, in verità, soffro anche di solitudine; sono tanto malata che, raramente qualcuno viene a investire sul mio territorio e, perfino voi, miei cittadini, non mi degnate più neppure della consueta passeggiata domenicale, preferendomi alle cittadine limitrofe. A voi tutti chiedo, pertanto, di aiutarmi affinché io possa scrollarmi di dosso le angosce degli ultimi anni; datemi voi la forza di reagire, mettendomi nelle condizioni di rivivere, ancora una volta, le glorie degli anni passati. Ciò è possibile solo con il contributo di tutti, con la cooperazione nelle idee, nei progetti; la denigrazione e la calunnia partoriscono soltanto odio, degenerazione sociale, guerriglie da stadio minando, così, la qualità della vostra stessa vita; la cultura del nemico, da eliminare a tutti i costi, non giova a nessuno. Tra pochi giorni molti di voi saranno chiamati a esprimersi sull’opportunità di continuare con queste terapie nefaste, o di intraprenderne delle nuove, prima che sia troppo tardi. Non privatevi di un diritto per il quale ancora oggi, nel mondo, ci sono persone che rischiano il carcere o addirittura la vita; fate in modo che prevalga il senso civico; siate voi i fautori della politica, portando i problemi della comunità nelle sedi opportune, quali partiti, associazioni o circoli che siano e non lasciateli in balia degli sterili pettegolezzi di piazza. Andate a votare scegliendo, perlomeno, il male minore; fatelo con consapevolezza, lasciandovi alle spalle promesse mancate, delusioni ed umiliazioni; rigeneratevi, poiché la vostra rigenerazione sarà anche la mia. Solo così potrete salvare me e voi stessi dal degrado totale, evitando il rischio che un domani possiate essere sopraffatti dal rimorso di essere rimasti indifferenti ai problemi della vostra città. Lino Riso – candidato al consiglio comunale con la lista Gianni Stefano Sindaco

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!