Regole anti-smog. Rotundo: ‘Per le vele elettorali non contano’

Lecce. Il capogruppo del Pd denuncia la scelta dell’Amministrazione di consentire il transito ai mezzi con pubblicità elettorale

LECCE – Le ragioni dell’ambiente si piegano alle ragioni elettorali. Così, almeno, sarebbe a Lecce. Dove Antonio Rotundo, capogruppo del Pd, denuncia il mancato rispetto da parte delle vele con la pubblicità elettorale dei vincoli imposti sulla circolazione dei mezzi pesanti. “In questi anni – dice Rotundo -, contro smog e pm10, abbiamo adottato in Consiglio comunale atti amministrativi per regolamentare la circolazione dei mezzi pesanti nel centro cittadino, compresi i bus turistici, ma questo evidentemente non vale per le vele elettorali. Sarebbe stato saggio estendere l’efficacia di quei provvedimenti anche alle vele elettorali, impedendo che imperversassero indisturbate per la città e trascurando in questo modo le preoccupazioni per l'inquinamento dell'aria che respiriamo, i pericoli per i pedoni, l'intralcio al traffico; in sostanza tutto è diventato ininfluente rispetto alla priorità delle esigenze di visibilità dei candidati”. “L'Amministrazione – aggiunge l’esponente del Pd – ha consentito, con la propria totale indifferenza, che le strade cittadine diventassero teatro di questo carosello di ‘faccioni’, della circolazione selvaggia e della sosta di automezzi in spazi in cui non sarebbe consentito sostare neanche ad un motociclo”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!