Cibarti, buona la prima

Lecce. Grande successo per la fiera dell’artigianato, a Lecce dal 28 aprile al 1° maggio

LECCE – Si è chiusa con successo la prima edizione di “Cibarti Expo 2012”, fiera nazionale dell’artigianato artistico e agroalimentare, che per quattro giorni – dal 28 aprile al primo maggio – ha trasformato il Lecce Fiere in un tempio dedicato all’eccellenza artigiana italiana. Promossa da Camera di commercio (Cciaa) e Confartigianato Imprese Lecce, con il sostegno di Regione Puglia, Unione europea, Puglia Promozione, UnionCamere Puglia, Provincia e Città di Lecce, la manifestazione ha offerto una vetrina privilegiata a centinaia di espositori (produttori e artigiani) provenienti da tutta l’Italia, presenti insieme con gli stand istituzionali e delle sezioni territoriali di Confartigianato. Importante, in un’ottica di internazionalizzazione dell’agroalimentare di qualità, anche la presenza di un nutrito gruppo di buyer stranieri e di ristoratori italiani all’estero. Molto apprezzato l’allestimento, a cura di Big Bang, con i percorsi di degustazione presi d’assalto dal pubblico, ma anche i cooking show tematici a cura di esperti gourmet e gli stand dedicati a tradizioni e antichi mestieri. Un vero e proprio boom di turisti è stato registrato anche per il “Fuori Salone”, con la mostra “Le vie dell’artigianato” al Castello Carlo V. Grande è la soddisfazione di Corrado Brigante, vice presidente della Cciaa di Lecce e presidente di Confartigianato Imprese Lecce: “È una scommessa vinta – commenta – perché abbiamo ottenuto un risultato eccezionale, nonostante in pochi, all’inizio, abbiano creduto nella buona riuscita di questa fiera, visto il difficile momento congiunturale che stanno vivendo le aziende. Ma avevamo visto giusto, non è facile portare a Lecce aziende da tutta l’Italia, però noi ci siamo riusciti e l’anno prossimo faremo ancora meglio”. Un risultato importante, rimarcato anche da Paolo Notaro, di Big Bang snc: “E’ stato un successo – dichiara – sia per i numerosi visitatori, sia per i consensi che ci sono giunti da parte degli espositori, molti dei quali hanno già riconfermato la loro presenza per il prossimo anno. Lo sforzo è stato enorme – aggiunge – ma con questo evento pensiamo di aver invertito il trend che vuole che sia il Salento ad andare a promuoversi in giro per l’Italia. Con Cibarti siamo riusciti a far venire tutta l’Italia a promuoversi nel Salento e questo di per sé è già un grande traguardo”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!