Ferilli: ‘Un patto tra candidati per non sporcare la città’

Lecce. La proposta della candidata di Io Sud per evitare di sommergere Lecce con manifesti e volantini a chiusura della campagna elettorale

LECCE – Campagna elettorale sì, ma non si dimentichi che Lecce deve fare i conti con i turisti. Ecco allora che la candidata di Io Sud Maria Rosaria Ferilli lancia una proposta a tutti gli altri “colleghi” impegnati nella competizione elettorale. “A pochi giorni dal responso delle urne, invito tutti i candidati a firmare un accordo tra gentiluomini per fare sì che si impegnino a non sporcare la città con una pioggia di fac-simile, volantini e santini elettorali che lederebbe l’immagine di Lecce nel bel mezzo dell’apertura della stagione turistica”. E’ infatti consuetudine, alla chiusura della campagna elettorale, lanciare depliant e volantini nei pressi delle scuole in cui sono ubicate le sezioni elettorali. Ed è proprio contro questa abitudine che si scaglia la candidata di Io Sud. “Se si evitasse questa barbara usanza – dice -, proprio nel nome di una battaglia di civiltà e di cultura in base alla quale sporcare la città significa sfregiarla e non contribuire alla crescita della sua immagine, si raggiungerebbe un obiettivo importante, condiviso e per certi versi fondamentale allo sviluppo del territorio”. “Chi ha scorte di materiale pubblicitario che non potrà più distribuire, vista la chiusura della campagna elettorale fissata improrogabilmente per le ore 24 di venerdì prossimo – propone Ferilli -, le tenga chiuse nei propri comitati, utilizzi gli appositi cassonetti per la raccolta differenziata della carta, ed eviti quell’immagine bruttissima che ci ha accompagnato in tante altre tornate politiche di tappeti di facce e slogan che imbrattavano buona parte delle strade e delle piazze della città. Sarebbe veramente strano che dopo essersi riempita la bocca con il sostegno bipartisan a Lecce Capitale della Cultura, si dovesse, poi, far finta di a e rendere Lecce una discarica a cielo aperto dinanzi agli occhi attoniti e sbigottiti dei turisti che l’hanno scelta, in questi giorni, come meta di vacanza”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!