Poste italiane. Capone: ‘Istituzioni e sindacato insieme’

Lecce. Il candidato della lista “Verso Lecce” sostiene la battaglia di Failp Cisal

LECCE – Nei giorni scorsi, Poste Italiane S.p.A. ha ufficializzato il bilancio 2011 con un utile netto di 846 milioni e, contemporaneamente, ha deciso di avviare le procedure ex art. 2 del CCNL sulla Riorganizzazione dei Servizi Postali. Un progetto che prevede la perdita immediata di circa 1.800 posti di lavoro in cinque Regioni ed in prospettiva su scala nazionale di ulteriori 10.000. “Di fronte a tale ipotesi – ha commentato il candidato sindaco della lista “Verso Lecce” Antonio Capone -, il sindacato ha una sola possibilità: quella di superare le proprie divisioni ed incomprensioni per fare emergere una linea unitaria, capace di tutelare al meglio il lavoro, soprattutto in un momento di grandissima difficoltà che sta vivendo il Sistema Paese. Nelle ultime ore, proprio in questa direzione, tutto il movimento sindacale, si sta attivando”. “Verso Lecce” appoggia la battaglia della Failp-Cisal, che ritiene necessario costruire e consolidare le azioni comuni per respingere il progetto aziendale e per produrre tutte le possibili condizioni utili ad un rilancio del settore e dell’intero Gruppo Poste Italiane.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!