Lazio-Lecce: un pari che profuma di vittoria

Un gol di Valeri Bojinov permette al Lecce di agguantare il pari all'Olimpico contro una Lazio agguerrita. I giallorossi si portano a un punto dalla salvezza.

ph: Giovanni Evangelista La rimonta continua. Il Lecce di Cosmi acciuffa il pareggio per 1-1 allo stadio Olimpico contro la Lazio e mette in copertina l'ultimo dei suoi ritorni di fiamma: Valeri Bojinov. Il gol del bulgaro in pieno recupero ha permesso ai giallorossi di guadagnare un punto preziosissimo in ottica salvezza consentendo al Lecce di allungare la striscia di risultati utili. Prima di iniziare, un minuto di silenzio in ricordo di Piermario Morosini. Commosso Serse Cosmi, allenatore che lo fece esordire in serie A. Il primo lampo di gioco lo fa vedere il Lecce al 13’ con Di Michele che, da posizione defilata dentro l’area, non trova la porta. La Lazio risponde al 18’: da un calcio d’angolo, Biava di testa, non riesce a impattare il pallone. Para Benassi. I biancocelesti spingono ed al 23’ colpiscono la traversa con Candreva. Continuano i botta e risposta, i giallorossi al 27’ ci provano con Giacomazzi dalla distanza: il pallone che passa vicino all'incrocio dei pali. Al 36’ improvvisa occasione per la Lazio. Benassi respinge il pallone dopo un tiro di Rocchi, ci riprova Candreva ma il numero 81 giallorosso ci mette la “zampa” mettendo la palla miracolosamente in angolo. Dopo un minuto di recupero, Rocchi manda tutti negli spogliatoi. Nella ripresa la Lazio fa un cambio: entra Alfaro per Hernanes. Il Lecce resta con gli undici del primo tempo e fa subito paura quando al 4’ con un gran tiro di Bertolacci con Marchetti che mette in calcio d'angolo. I giallorossi sono scatenati ed un minuto dopo Cuadrado, durante un'azione prolungata, tira ma colpisce clamorosamente la traversa. I padroni di casa rispondono all’11 con Rocchi che serve in area Alfaro ma il suo tiro viene respinto da un grande intervento di Tomovic. Al 22’ bella azione del Lecce con Cuadrado, servito in area, prova il tiro che viene messo in angolo da Garrido. Cosmi cambia le pile in attacco ed al 27’ fa entrare Corvia per uno spento Muriel. Subito dopo, sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Ledesma, Biava colpisce di testa e manca di poco la porta. Reja non è contento di Alfaro e lo sostituisce al 31’ con Cana. Al 33’ Cuadrado si smarca tutti con un gran dribbling, entra in area e tira, la palla va su Corvia, che da solo davanti alla porta, si butta a terra non colpendola. Sfumata una grande occasione. Al 37’ Matuzalem realizza di testa il gol del vantaggio della Lazio, grazie ad un perfetto cross di Scaloni: subito dopo la rete il centrocampista si fa male ed al suo posto entra Dias. Cosmi prova il tutto per tutto facendo uscire Bertolacci per Bojinov passando al 4-3-3. Rocchi assegna quattro minuti di recupero ed al 46’, dopo un’azione prolungata nell'area avversaria e dopo tre conclusioni parate da Marchetti, Bojinov riesce nell'impresa e ad insaccare in rete per il clamoroso 1-1.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!