Operai in amore

Quando (si) cantavano Italo Calvino e Franco Fortini

Gli operai Arturo ed Elide Massolari fanno turni diversi in fabbrica e si incrociano di sfuggita, lei in pigiama, lui già in paletot, pronto per uscire. Dormono sempre nella stessa metà di letto, inutilmente a due piazze, e si scambiano in differita un calore che non possono darsi in diretta. Lo racconta Italo Calvino in uno dei suoi “Amori difficili”, da cui trasse anche una canzone insieme al gruppo Cantacronache, di cui stranamente non si trovano ancora tracce su youtube (ma è qui). Sempre per la voce di Margherita Galante Garrone (Margot), Franco Fortini scrisse “Le nostre domande”. Forse tutti, a una certa età, hanno sentito che una vita può risultare quasi insopportabilmente lunga. Quanto è lunga la vita e com'è strana, dice la donna dopo il primo incontro col suo uomo. Continueranno a vedersi per molti anni ancora e la vita sembrerà stavolta breve, ma sempre strana. In mezzo si deducono incontri d'amore tenero e precario, a prescindere dall'art. 18. E i piccoli nervosi gesti prima del commiato: lei cerca il pettine, lui le sigarette. Si amano? Forse una donna vuol sapere troppo, ma anche tu vuoi sapere e non lo chiedi.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!