Francesca Fersino, ‘Servono efficienza e organizzazione’

Casarano. Il punto di partenza dell’unica candidata sindaca è la riorganizzazione della macchina amministrativa e dei servizi

Difficoltà nel “chiudere” le liste. Come spiega questo fenomeno? E’ solo frutto di un clima di sfiducia o è un fallimento della politica che non sa proporsi con onestà ai cittadini? “Per quanto riguarda il nostro schieramento non abbiamo incontrato alcuna difficoltà avendo ricevuto fin dal giorno dopo la presentazione della mia candidatura a Sindaco attestati di stima e disponibilità ad aderire nelle nostre liste. Questo ci ha portati a depositare tutta la documentazione nelle prime ore utili”. Debito del Comune e sforamento del patto di stabilità. Come è stato possibile arrivare a questa condizione e come si potrà sanarla? “Ritengo che si debba procedere alla ottimizzazione delle spese e, di contro, avviare tutte le procedure necessarie ad efficientare il processo di riscossione dei tributi”. Fidejussione di un milione e 350mila euro nei confronti della Virtus Casarano; una cifra che dovranno pagare i cittadini se la Virtus non riuscirà a farlo. E’ stata fatta la cosa giusta? “La fidejussione era un atto dovuto da parte dell’Ente in quanto vi erano degli atti amministrativi pregressi (Convenzione stipulata tra Comune e Società durante la precedente Amministrazione) che avrebbero esposto in caso di diniego lo stesso Ente ad una possibile azione di risarcimento danni da parte della Virtus, la quale nel frattempo aveva eseguito i lavori richiesti ed autorizzati dai competenti uffici comunali”. Sulla centrale a biomasse dell’ex sindaco De Masi si è consumata la “caduta” della passata amministrazione. Il progetto giace in Regione in attesa di essere rispolverato. E’ favorevole o no alla centrale? “Per quanto mi riguarda sono dell’avviso che la decisione di eventuali installazioni compete alla cittadinanza casaranese che dovrebbe esprimersi all’interno duna consultazione popolare. Ad oggi, considerato che abbiamo scoperto che sia il Candidato sindaco di SEL che quello del PDL, Gianni Stefano, si sono dichiarati favorevoli alle centrali a biomasse ritengo che si potrebbe aprire un confronto serio sulle possibilità di sviluppo della Green Economy (eolico, fotovoltaico ecc) nel nostro territorio”. Infiltrazioni mafiose negli appalti pubblici. Da vicesindaca non si è accorta di a? “L’Amministrazione Comunale, in sintonia con le autorità competenti, ha vigilato affinché tale fenomeno non si realizzasse”. L’imprenditorialità ed il commercio sono sempre state le carte vincenti della città. Come farli rivivere? “In primo luogo occorrerà creare sinergia con le classi imprenditoriali per pianificare un piano di attacco efficace per la rinascita economica della Città. L’Ente deve puntare a dotarsi di una macchina amministrativa efficiente e rapida in grado di sostenere le imprese nella fase di avviamento e di ricerca dei mercati, deve finalizzare la sua azione nel diversificare il tessuto economico della Città. Un buon lavoro si era già avviato anche reperendo fondi regionali per la riqualificazione della rete commerciale e per le infrastrutture della zona industriale”. Quali strumenti adotterà per garantire la massima trasparenza e la partecipazione dei casaranesi alla vita amministrativa? “Svolgimento dei Consigli Comunali solo di pomeriggio, trasmissione degli stessi in tempo reale tramite i mezzi di comunicazione, informativa periodica alle famiglie, giornate periodiche “question day” dedicate ai cittadini, alle associazioni ecc”. Per la prima volta Casarano fa i conti con la vera povertà: quali nuove azioni per i servizi sociali? “Riorganizzazione dell’Ufficio Servizi Sociali, redazione di una mappa dei bisogni, pianificazione degli interventi tramite l’ambito di zona, controllo puntuale e monitoraggio delle situazioni di disagio. Maggiore attenzione verso le fasce deboli della nostra società: anziani, portatori di handicapp, cassaintegrati, disoccupati”. Gli uffici comunali sono paralizzati (soprattutto l'ufficio tecnico) e non si riscuotono i tributi. Come si può renderli efficienti? “Riorganizzando tutti gli uffici, soprattutto l’Ufficio tecnico che negli ultimi periodi ha evidenziato grosse carenze organizzative e ritardi nei tempi di risposta e poi efficientando gli uffici finanziari indispensabili per la puntuale gestione delle entrate”. In caso di ballottaggio con chi si apparenterà? “Non è un problema che mi pongo perché al ballottaggio ci sarò”. // La carta d'identità data e luogo di nascita: Casarano
 professione: bancaria
 titolo di studio: Maturità Tecnica Commerciale hobbies: lettura, bricolage, giardinaggio
 vizi: sono molto golosa (adoro il cioccolato fondente)
 virtù: sono abituata a parlare chiaro, socializzo con facilità
 amo: la mia famiglia, la mia Città, le giornate di sole, il mare a primavera e gli animali
 odio: le falsità, gli opportunisti, i traditori
 formazione politica: moderata, centrista

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!