Cimino. ‘Consulte, strumento vincente’

Racale. Il vicesindaco uscente tenta la conquista della fascia tricolore. Lo sostiene la lista “Alleanza per Racale”

RACALE – Francesco Cimino, 39 anni, giovane avvocato, sposato, un figlio, candidato sindaco della lista 'Alleanza per Racale' sostenuto dalle forze Pdl, vicepresidente provinciale e vicesindaco uscente. “Nei momenti difficili c'è bisogno di alleanza tra la gente”: è questo lo slogan di apertura del suo movimento. Qual è oggi l’emergenza per il Comune di Racale e come crede di affrontarla nel caso l’elettorato dia a lei mandato di amministrare il paese? “Prima del piano di risanamento erano le criticità finanziarie del bilancio, oggi posso dire con grande soddisfazione che non siamo più in emergenza. Anzi colgo l’occasione per comunicare alla cittadinanza che è stato rispettato l’obiettivo del Patto di Stabilità interno per l’anno 2011. Tale risultato è molto importante perché il Comune non sarà sanzionato con la riduzione di trasferimenti statali ed inoltre si potranno potenziare gli uffici tecnici e di polizia municipale con personale a tempo determinato ed avviare una serie di opere pubbliche tra le quali il completamento di piazza S. Sebastiano (per la quale ho il piacere di informare la cittadinanza che la Provincia di Lecce ha stanziato 30mila euro per il suo completamento) e la sistemazione delle strade urbane. Il percorso è tracciato, stiamo uscendo dalle criticità che hanno rallentato lo sviluppo della nostra comunità, faremo tornare la nostra Racale la città modello degli anni passati. Per lungo tempo Torre Suda, marina di Racale, è stata grande volano di comunicazione turistica, ma da qualche tempo le cose sono cambiate radicalmente. Che cosa pensa di fare per riportarla ai fasti di un tempo “Negli anni passati l’amministrazione comunale ha avuto la possibilità utilizzare importanti risorse di bilancio per organizzare eventi che hanno attratto tantissime persone e fatto diventare la nostra bellissima frazione un ottimo volano di comunicazione turistica ed una gradita meta per molti turisti. Oggi alle amministrazioni è vietato investire risorse proprie di bilancio per tali manifestazioni quindi occorre coinvolgere organicamente gli operatori turistici, commerciali ed imprenditoriali che, insieme alle associazioni di volontariato, si uniscano allo sforzo di promuovere e valorizzare la nostra bellissima Torre Suda”. Perché l’elettorato dovrebbe scegliere lei? Quale sarebbe la grande differenza col passato? “Proporsi alla guida di una città è una cosa molto seria, bisogna avere alle spalle tanta esperienza e quindi conoscenza della macchina amministrativa. Ho dedicato con tanta passione gli ultimi 15 anni della mia vita alla nostra città operando quotidianamente con profondo spirito di servizio, rimanendo sempre e comunque al timone anche nei momenti più critici che questa amministrazione, posso ormai dire, ‘ha superato’. Sarà avviato un nuovo concetto di amministrazione, moderno, dinamico ed aperto ai cittadini attraverso la creazione delle consulte tematiche per la famiglia, i giovani, gli anziani, il turismo, l’impresa, lo sport, la cultura, la disabilità, l’ambiente. Le consulte saranno lo strumento vincente e nuovo che porteranno ad una vera e tangibile apertura dell’amministrazione alla gente e si otterrà una concreta e sentita partecipazione dei cittadini alla vita amministrativa della propria città. Insieme alle consulte sarà individuato il rappresentante di quartiere che interagirà con i consiglieri e la giunta e parteciperà attivamente e fattivamente alla crescita ed allo sviluppo della nostra amata città. Alla luce di tutto questo e forte di una squadra che si poggia sulla necessaria esperienza amministrativa mia personale e che però si avvale della partecipazione di nuove persone molto motivate e rappresentative dell'intera comunità racalina mi posso permettere di chiedere ai cittadini di sostenermi ed onorarmi la loro fiducia e con il loro consenso”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!