Discarica abusiva in zona vincolata. Denunciati in due

Salve. Rispondono di getto pericoloso di cose e attività di gestione di rifiuti non autorizzata

SALVE – Getto pericoloso di cose e attività di gestione di rifiuti non autorizzata. Di questo rispondono le due persone di Salve, R.V., 63enne e F.G., 44enne, denunciate dai carabinieri del posto. Durante le indagini dei militari è infatti emerso che R.V. aveva consentito a F.G. di sversare ed accatastare nel proprio terreno, il materiale di risulta proveniente dalla sua attività professionale. In tal modo la proprietà di R.V. era divenuta una vera e propria discarica a cielo aperto, recintata con mattoni traforati e chiusa con una catena ed un lucchetto, nella quale erano stati buttati rifiuti vari, compreso materiale edile non più utilizzabile, pannelli in eternit spezzati e quindi particolarmente rischiosi per la salute e l’ambiente, materiale plastico di diverse tipologie, arredi sanitari ed altro materiale destinato ad essere smaltito separatamente e con opportune cautele e procedure.

discarica Salve
discarica Salve 2

La discarica abusiva, oltre ad essere priva di qualsiasi tipo di autorizzazione, era stata realizzata in località “Maute” del Comune di Salve, ovvero una zona sottoposta a vincolo ambientale e paesaggistico. Tutta l’area è stata pertanto sottoposta e sequestro e contrassegnata in modo visibile e sia la proprietaria del terreno che il responsabile dello sversamento sono stati denunciati in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lecce.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!