Scrutatori, domani il sorteggio

Casarano. Il numero di scrutatori da sorteggiare è di 94, ma la commissione sorteggerà un congruo numero di supplenti in caso di rinunce

CASARANO – Entra nel vivo l’organizzazione dei seggi elettorali in vista delle elezioni amministrative del 6 e 7 maggio. Il Commissario prefettizio, Erminia Ocello, ha reso noto che la Commissione elettorale comunale è stata convocata per domani mattina (ore 10) per procedere alla nomina degli scrutatori che saranno destinati agli uffici elettorali delle 23 sezioni cittadine. La procedura, che si terrà a Palazzo dei Domenicani nell’aula consiliare, sarà pubblica e avverrà per sorteggio. Gli aventi diritto sono i circa 1.800 cittadini-elettori inseriti nell’apposito elenco che viene aggiornato ogni anno. Il numero di scrutatori da sorteggiare è di 94 (titolari), ma la commissione, come è avvenuto in passato, sorteggerà un congruo numero di supplenti in caso di rinunce. In precedenza Gabriele Bastianutti, candidato al Consiglio Comunale, era intervenuto per ribadire la posizione di Sel in materia che, com’è noto, in passato è stata spesso oggetto di polemica. “Sel ribadisce la necessità di scegliere gli scrutatori con il sorteggio integrale – dichiara il candidato – come forma di democrazia partecipata, tenendo conto anche del momento di disagio e di difficoltà economiche in cui versano tante famiglie. Sarebbe un aiuto concreto per tanti giovani”. Intanto, il candidato sindaco del centrosinistra, Attilio De Marco, apre la strada alla partecipazione attiva. “Gli utenti della rete avranno la possibilità di interagire direttamente con il progetto politico e amministrativo del candidato – annuncia una nota – la piattaforma, disponibile al link www.attiliodemarco.it, permetterà di esplorare, approfondire e condividere i contenuti relativi a obiettivi e programma del candidato e della coalizione che lo sostiene. Gli utenti avranno la possibilità di cogliere gli aspetti più importanti della vision e del programma amministrativo “Verso Casarano 2020”, siglato pubblicamente nei giorni scorsi da tutte le forze politiche della coalizione e disponibile, per il download, in un’apposita sezione». Le iniziative dei candidati alle Amministrative sono ormai quotidiane. Una di queste ha destato l’attenzione dei cittadini e riguarda la festa patronale che, com’è noto, quest’anno è slittata alla prima domenica di giugno, causa elezioni. Una candidata al Consiglio comunale, che ha voluto mantenere l’anonimato per evitare strumentalizzazioni, lancia un appello ai “colleghi” per sostenere la festa e il comitato che ha difficoltà a reperire i fondi. “Se ciascun candidato – scrive la candidata – facesse una piccola, simbolica donazione di minimo 10 euro al comitato delle feste patronali, sarebbero i primi 3.200 euro da destinare alla festa di S. Giovanni. E se ciascun candidato sindaco ne versasse invece almeno 100, allora arriveremmo a 3.800. e sarebbe il minimo, perché sicuramente qualcuno, fra i 326, potrebbe e vorrebbe fare di più”. Infine, auguri al candidato sindaco Paolo Zompì, diventato nonno di due splendide gemelline.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!